Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/il-libro-che-non-piacera-a-hillary-clinton-b9ed03dc-b66c-48ce-9e61-60928fb908f5.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Un ex agente segreto rivela i retroscena dello scandalo Lewinsky

Il libro che non piacerà a Hillary Clinton

Un uomo che per anni è stato al fianco di Bill Clinton racconta i retroscena dello scandalo sessuale più famoso del mondo. E scende nei dettagli del rapporto tra Hillary, candidata democratica alla Casa Bianca, e suo marito. Avanzando più di qualche dubbio sulla adeguatezza al ruolo di Presidente dell'ex first lady

Hillary Clinton, candidata democratica alla Casa Bianca
Condividi
C'è un libro che sta per uscire e che rischia di gettare sale sulle ferite di Hillary Clinton, la candidata presidente degli Stati Uniti. Si tratta del racconto di un uomo che ha lavorato a stretto contatto con suo marito, l'ex presidente Bill Clinton, nel periodo in cui scoppiò lo scandalo Lewinsky, quello che rischiò di portare alle dimissioni del capo di Stato americano. “Crisis of Character – A White House Secret Service Officer Discloses His First Hand Experience With Hillary, Bill, and How They Operate”, è libro di Gary J. Byrne (edito da Center Street - Hacette) in cui un ex ufficiale del servizio segreto della Casa Bianca - scelto per la sua carriera impeccabile - è l’uomo che proteggeva il Presidente nell’Oval Office. E che vuota il sacco.

Dopo trent’anni di servizio, questo agente è andato in pensione e ha deciso di raccontare tutto, anche del periodo in cui ha protetto il Presidente Clinton mentre si intratteneva con Monica Lewinsky, la stagista balzata all'onore delle cronache per l'affaire avuto con l'uomo più potente del mondo. L'autore, che entra nei dettagli di una vicenda che riempì tutte le prime pagine dei giornali nel mondo, ammette di aver contribuito a lungo a celare la verita’. Ma il libro è di attualità soprattutto per quanto rivela sull’attuale candidata alla Presidenza.
Pare infatti che Hillary, dietro a un sorriso amabile, abbia un carattere estremamente forte e che sia in grado di infuriarsi con i suoi sottoposti e di proferire imprecazioni molto volgari. In più Byme racconta l'episodio in cui l'aspirante primo presidente donna degli Stati Uniti scagliò un vaso mandandolo in frantumi e svela anche i retroscena dell’occhio nero del Presidente. Hillary Clinton, sostiene l'autore, è una persona che non ha “né temperamento né integrità per guidare il maggior paese del mondo”. E il candidato Repubblicano, Donald Trump, ringrazia.
Condividi