SCIENZA

Scienza e abitudini sessuali

L'anulare lungo fa il marito traditore

A scriverlo è una ricerca dell'Università di Oxford: se l'anulare destro è molto più lungo del dito indice della stessa mano l'uomo, ma anche la donna, è naturalmente incline al tradimento. La ragione? La lunghezza del dito è determinata dalla quantità di testosterone che il feto "assorbe" quando si trova nell'utero materno. 

Condividi
Fedele o traditore? Prima di mettere un investigatore privato al seguito di un partner sospetto conviene prendere un metro e misurare il rapporto tra la lunghezza dell'indice e quella dell'anulare. A dirlo è un team di ricercatori dell'Università di Oxford capitanato dallo psicologo Rafael Wlodarski che ha pubblicato lo studio sulla rivista Biology Letters: chi ha l'anulare dentro molto più lungo dell'indice della stessa mano è naturalmente votato ad un comportamento libertino. 

Anulare lungo infedeltà assicurata?
L'indice - nato a seguito della ricerca condotta su un campione di 1300 cittadini britannici - dipinge un mondo così suddiviso: il 57% degli uomini è infedele, percentuale che scende al 47 per le donne. Il perché sta nel fatto che la lunghezza dell'indice viene determinata ancora prima che un bambino nasca dal livello di ormoni cui il feto è esposto all'interno dell'utero materno: chi ha l'indice lungo sarebbe quindi immerso in una dose extra di testosterone, legato all'appetito sessuale e al desiderio per più di un partner. Uomini e donne con l'indice e l'anulare quasi uguali sono invece più inclini a restare fedeli. 

E infine la prudenza
"Il comportamento umano - precisa poi Robin Dunbar, coautore dell'articolo - è influenzato da diversi fattori, come l'ambiene e le esperienze di vita, che hanno un effetti molto più marcato sulla fedeltà rispetto a quanto avviene nell'utero materno".
Condividi