Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/indipendenza-catalogna-referendum-5f868bc5-49dd-4afa-97e3-b9f94d56c1f6.html | rainews/live/ | true
MONDO

Annullato il Referendum del 2014

Catalogna, l'indipendenza svanita

Il ministro spagnolo della Giustizia, Alberto Ruiz Gallardon, ha spiegato che: "Il voto non avrà luogo, perché la Costituzione non autorizza nessuna comunità autonoma a sottomettere alla volontà popolare le questioni che riguardano la Sovranità nazionale"

Barcellona
Condividi
Barcellona Un brutto colpo al sogno indipendentista catalano. Infatti una dura presa di posizione del ministro spagnolo della Giustizia, Alberto Ruiz Gallardon,  ha annunciato che il referendum per l'indipendenza della Catalogna, previsto inizialmente per il 9 novembre 2014, "non avrà luogo". "Il voto non avrà luogo, perché la nostra Costituzione non autorizza  nessuna comunità autonoma a sottomettere a un referendum le questioni che riguardano la Sovranità nazionale", ha dichiarato il ministro della Giustizia in una conferenza stampa a Madrid.

Il quesito del referendum, promosso dai partiti politici catalani favorevoli all'indipendenza da Madrid, si componeva di due parti. Il primo quesito chiedeva ai cittadini catalani: "Volete Che la catalogna sia uno Stato?", mentre il secondo indicava: "Volete che la Catalogna sia uno Stato indipendente?".

La doppia domanda era stata concordata "per consentire di comporre le diverse sensibilità presenti nell'opinione pubblica catalana: alcuni sono infatti favorevoli a uno Stato nell'ambito di una confederazione o una federazione spagnola", come riferiscono i media locali.
Condividi