Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/inquinamento-e-invecchiamento-cerebrale-647ff817-4978-4210-9a22-323f9d689b13.html | rainews/live/ | (none)
SCIENZA

California

La ricerca: l'inquinamento fa invecchiare il cervello

Un vasto studio su 1.403 donne anziane (tra i 71 e 89 anni di età) ha confermato i peggiori sospetti sugli effetti dell'inquinamento

Condividi
di Stefano Lamorgese S'intitola Ambient Air Pollution and Neurotoxicity on Brain Structure: Evidence from Women's Health Initiative Memory Study (Effetti dell'inquinamento e neurotossicità sulla struttura del cervello: conferme da uno studio sulla memoria del Women's Health Initiative) e contiene conclusioni quasi sconvolgenti.

Uno studio, diretto dal dottor Jiu-Chiuan Chen della "Scuola di Medicina preventiva dell'Università della California del Sud e condotto sull'analisi della risonanza magnetica del cervello di 1.403 donne di età compresa tra 71 e 89 anni, ha rivelato che l'inquinamento atmosferico - e in particolare il microparticolato (PM2,5) - fa invecchiare e danneggia la materia cerebrale.

Le rilevazioni
Le donne - inserite nel programma Women's Health Initiative Memory Study (WHIMS) e tutte senza alcun sintomo di demenza senile - sono state esaminate tra il 2005 e il 2006; si è cercato di misurare, per ciascuna di loro, l'entità volumetrica della "materia grigia" e della "materia bianca", acquisendo contemporaneamente i dati storici sull'inquinamento della zona nella quale avevano vissuto tra il 1999 e il 2006.

I risultati
A fronte di una quasi assoluta invarianza della materia grigia, le anziane più esposte al PM2,5 hanno mostrato significative riduzioni volumetriche della materia bianca, indipendentemente dalla regione geografica di provenienza, dai dati demografici, dallo stato socioeconomico e dalla loro condizione clinica complessiva. In ultima analisi, ciò significa che l'esposizione ai PM2,5 ha contribuito a far invecchiare il cervello delle donne anziane esaminate di 1-2 anni in più rispetto alla loro età anagrafica.

Che cos'è la "materia bianca"?
La materia bianca (composta composta da assoni rivestiti di mielina), ha un ruolo importante nell'apprendimento e nella memoria. Mentre la materia grigia (i neuroni) è preposta al pensiero e al calcolo, la materia bianca ha un ruolo di controllo e di facilitazione delle comunicazioni tra le diverse regioni cerebrali.

In rete
Il PM2,5 secondo il Ministero della Salute italiano
"Particolato" da Wikipedia
"Air quality standards" della Commissione Europea
Condividi