TECH

E in India problemi per Mark Zuckerberg con l'accesso gratuito ad alcuni siti

Nel 2016 il sorpasso di Instagram su Facebook

Un sondaggio tra studenti universitari rivela che Facebook, ancora al primo posto tra le app, ha avuto un calo del 4% nell'ultimo anno e presto sarà sorpassata da Instagram, anche questa di proprietà di Zuckerberg. Ma i problemi più seri arrivano dall'India, dove il servizio Free basics è stato sospeso in attesa di capire se viola la neutralità della rete

Condividi
Stati Uniti Un sondaggio condotto da Wayup (portale per ricerca e offerte di lavoro per laureati) su mille studenti del college, Facebook sta perdendo popolarità, Nel corso dell'anno il social network, anche se rimane in testa alla classifica delle 10 app più scaricate per smartphone, ha registrato un calo del 4% e ora ha un vantaggio di appena il 2% su Instagram, il social network delle immagini acquistato da Mark Zuckerberg, Secondo gli analisti, il sorpasso di Instagram avverrà nel 2016.
 
Sette su dieci sono social  
Tra le 10 applicazioni preferite dagli studenti, sette sono social. Dopo Facebook e Instagram al terzo posto c'è Snapchat, la chat che fa scomparire messaggi, foto e video dopo che il destinatario le ha ricevute, Segue Twitter al quarto posto, mentre all'ottavo posto si trova Tumblr di Yahoo, al nono Groupme di Microsoft e al decimo Pinterest. Dalla quinta alla settima posizione ci sono tre app di streaming online: Spotify, Youtube e Netflix.
  
Problemi in India 
Il presunto calo di popolarità di Facebook tra i giovani è solo uno dei segnali negativi: problemi più seri arrivano dall’India. Reliance, il network locale partner di Facebook, ha reso noto che l'autorità indiana delle tlc gli ha chiesto di fermare il servizio 'Free basics' con cui il social offre gratuitamente il collegamento ad alcuni siti di pubblica utilità e ai prodotti del social network, in attesa di decidere se il servizio sia legale. L’accesso a un numero limitato di siti potrebbe infatti configurare una violazione del principio di neutralità della rete.
  
Neutralità contestata 
Il servizio 'Free basics' fa parte dell'iniziativa internet.org con cui Mark Zuckerberg porta l'accesso gratuito a servizi internet di base nei Paesi in via di sviluppo ma da alcuni mesi, in India come in altri Stati, alcuni gruppi cercano di  bloccare l'iniziativa proprio perché offre accesso parziale ai siti web e alle applicazioni.
 
Si contesta a Zuckerberg di favorire l'accesso ai propri servizi a scapito di quelli rivali, venendo meno al principio giuridico della net neutrality, che vieta le restrizioni arbitrarie sui dispositivi connessi e i servizi fruibili dagli utenti.
  
"Siamo impegnati in Free basics e stiamo lavorando con Reliance e le autorità competenti per aiutare le persone in India a essere connesse", ha fatto sapere Facebook in una nota. Mark Zuckerberg, che è andato in India nell’aprile 2015 ed è stato ricevuto dal presidente, ha respinto le accuse in un post sul social network dove spiga che il servizio non è contrario al principio della neutralità della rete perché vuole dare l'accesso a internet a chi non ce l'ha, e non favorire alcuni servizi rispetto ad altri.
 
Condividi