Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/iran-spagna-ritira-fregata-tensioni-washington-teheran-b531ddbf-80cd-4175-86fe-52a5ebd1030c.html | rainews/live/ | true
MONDO

Iran

La Spagna ritira fregata per tensioni Washington-Teheran

La fregata Mendez Nunez ha lasciato il gruppo da battaglia della portaerei USS Abraham Lincoln. Il segretario di Stato Usa, Mike Pompeo, è in Russia per colloqui sull'Iran. L'india interrompe l'acquisto di petrolio da Teheran per le sanzioni americane

Condividi
La Spagna ha deciso di ritirare, in via temporanea, una sua fregata impegnata con una portaerei statunitense in Medio Oriente, a causa delle crescenti tensioni tra Washington e Teheran. Lo ha riferito il ministero della Difesa di Madrid.

"Per ora, la fregata Mendez Nunez ha lasciato il gruppo da battaglia della portaerei USS Abraham Lincoln", ha detto un portavoce del dicastero, confermando quanto scritto dal quotidiano El Pais. "Si tratta di una misura temporanea, decisa dal ministro della Difesa, Margarita Robles, finché la portaerei statunitense si trova in questa zona", ha aggiunto. "La fregata spagnola", ha spiegato il portavoce, "si era unita a questo gruppo da battaglia per delle esercitazioni, non è prevista da parte di Madrid nessuna possibilità di scontro o azione bellica ed è per questo motivo che la nostra partecipazione, per ora, è sospesa". Per gruppo da battaglia si intende la flotta di navi e sottomarini a supporto di una portaerei.

Gli Stati Uniti hanno annunciato, il 5 maggio, il dispiegamento della portaerei USS Abraham Lincoln e di un bombardiere in Medio Oriente, in risposta a una "credibile minaccia" da parte di Teheran. Secondo El Pais, la USS Abraham Lincoln è diretta verso lo Stretto di Hormuz, per entrare nel Golfo Persico. 

Vertice Pompeo-Lavrov su Iran
Il segretario di Stato americano Mike Pompeo è oggi a Sochi per un incontro con il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov e con il presidente Vladimir Putin. L'Iran - al centro della visita a sorpresa di ieri a Bruxelles del capo della diplomazia americana per discutere con gli alleati europei - sarà uno degli argomenti dei colloqui con Lavrov. Oltre alla crisi in Venezuela, dove Mosca e Washington hanno posizioni opposte, ed ai rapporti bilaterali.

 
Il ministro iraniano Zarif in India
Il ministro degli Esteri iraniano, Javad Zarif, avrà colloqui oggi con il suo omologo a New Delhi, Sushma Swaraj, dopo che l'India ha interrotto gli acquisti di petrolio dall'Iran alla luce delle rinnovate sanzioni americani contro la Repubblica islamica. L'India era uno dei maggiori clienti per Teheran, dopo la Cina, ma ha fermato l'import dopo che Washington ha reintrodotto sanzioni economiche e ha deciso di non rinnovare le esenzioni temporanee per l'acquisto di petrolio iraniano concesse a otto Paesi, tra cui l'Italia.

Le esenzioni sono scadute il 2 maggio scorso. "L'India è uno dei nostri maggiori partner economici, politici e regionali", ha detto Zarif all'agenzia Ani News, sottolineando che con New Delhi "abbiamo consultazioni regolari su diversi temi". "Sfortunatamente", ha aggiunto Zarif, "gli Stati Uniti stanno inasprendo la situazione, inutilmente. Noi non cerchiamo l'aumento di tensioni, ma ci siamo sempre difesi".
Condividi