Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/irlanda-del-nord-fermati-quattro-uomini-due-minorenni-per-la-morte-della-giornalista-mckee-79bf7d44-a8e9-4075-9b97-a5db13f6b904.html | rainews/live/ | true
MONDO

I fatti di Derry

Irlanda del Nord. Fermati quattro uomini, due minorenni, in relazione alla morte di Lyra McKee

Il Sovrintendente investigativo Jason Murphy, ha spiegato che questa mattina si è tenuta un'operazione da parte delle forze dell'ordine. Sono state perquisite quattro abitazioni e sono state arrestate altrettante persone: "In relazione alla violenza orchestrata per le strade di Creggan" 

Condividi
Quattro uomini - di cui due minorenni, di appena 15 anni - sono stati fermati dalla polizia in relazione alla morte di Lyra McKee, avvenuta nella notte del 18 aprile durante gli scontri fra repubblicani e polizia nel quartiere di Creggan a Derry. A poche ore della morte della giornalista, il gruppo repubblicano Nuova Ira ha ammesso le proprie responsabilità nella sua uccisione.

I fermati sono stati portati alla Serious Crime Suite nella Musgrave Station, a Belfast, per essere interrogati dagli investigatori. Il Sovrintendente investigativo Jason Murphy, ha spiegato che questa mattina si è tenuta un'operazione da parte delle forze dell'ordine. Sono state perquisite quattro abitazioni e sono state arrestate altrettante persone: "In relazione alla violenza orchestrata per le strade di Creggan la sera dell'omicidio di Lyra McKee". 

Jason Murphy ha poi ricordato che in queste settimane è stato moto utile l'aiuto e il supporto che è stato offerto dai cittadini, oltre 140 persone che "hanno fornito immagini, filmati e altri dettagli tramite il nostro portale pubblico". Ed ha poi invitato chi ha visto e chi sa qualcosa - se non lo avesse ancora fatto -  a contattare il suo tem investigativo anche in forma anonima.

Sul fronte delle indagini, la polizia ha rilasciato nei giorni seguenti all'omicidio, due giovani di 18 e 19 anni che erano stati fermati. Nei loro confronti non è stata formulata alcuna accusa. Fermata anche una donna di 57 anni, sospettata di attività terroristiche. 

Sull'onda dell'uccisione di McKee, i sei principali partiti politici dell'Irlanda del Nord - tra cui i rivali unionisti e repubblicani che per oltre due anni non sono stati in grado di formare un governo - hanno rilasciato una dichiarazione, cosa che non è avvenuta spesso in passato: "È stato un atto inutile per distruggere i progressi compiuti negli ultimi 20 anni, che hanno il sostegno incontrastato della popolazione".

Condividi