ECONOMIA

Consumi

Istat: vendite al dettaglio aprile -0,1% su mese, +1,2% su anno

Soffrono i piccoli negozi mentre corre la grande distribuzione

Condividi
Le vendite al dettaglio diminuiscono ad aprile 2017 dello 0,1% rispetto a marzo in valore e restano invariate in volume, mentre su base annua aumentano dell'1,2% in valore e dello 0,3% in volume. L'Istat registra in particolare per i prodotti alimentari "una marcata crescita" tendenziale (+4,1% in valore e +1,9% in volume su anno). Le vendite non alimentari, al contrario, diminuiscono dello 0,7% in valore e dello 0,6% in volume.

Soffrono le vendite dei piccoli negozi (-1,7% su anno) mentre corre la grande distribuzione (+4,3%). La distribuzione organizzata, infatti, dopo la contrazione delle vendite di marzo, segna una crescita per tutte le tipologie di negozi a partire dal +5% dei supermercati, dal +4,6% degli ipermercati e dal +4,2% dei discount.    

Tra i prodotti non alimentari, le flessioni tendenziali più marcate riguardano prodotti di cartoleria, libri, giornali e riviste (-3,4%) e prodotti farmaceutici (-2,7%). Le variazioni positive di maggiore entità si registrano invece per gli altri prodotti (+2,8%) e giochi, giocattoli, sport e campeggio (+1,4%).    

Rispetto a marzo, l'Istat rileva una crescita dello 0,4% in valore della componente alimentare e una flessione dello 0,4% di quella non alimentare. Anche in volume, dai dati emerge un aumento dello 0,6% per i prodotti alimentari e da una diminuzione dello 0,4% per quelli non alimentari.    

Nell'insieme dei primi quattro mesi dell'anno c'è un calo delle vendite dello 0,1% in valore e dello 0,9% in volume rispetto allo stesso periodo del 2016.

Aumentano solo gli alimentari, e di più nei super 
Se i consumi sono in rialzo, in particolare in base annua, è perché la vendita dei beni alimentari è in aumento, e soprattutto si fa la spesa nei supermercati. Se su base congiunturale, si registra una lieve flessione dello 0,1%, ciò - spiega l'Istat - è la sintesi di una crescita dello 0,4% della componente alimentare e di un calo dello 0,4% di quella non alimentare. Anche per quanto riguarda il volume, è aumentato dello 0,6% per i prodotti alimentari e cala dello 0,4% per quelli non alimentari. Stesso trend per il trimestre febbraio-aprile: le vendite dei beni alimentari registrano una crescita dello 0,7%.  Rispetto ad aprile 2016, per i prodotti alimentari la crescita è ancora più marcata (+4,1% in valore e +1,9% in volume) mentre per quelli non alimentari calano dello 0,7% in valore e dello 0,6% in volume. E soprattutto nella grande distribuzione, le vendite al dettaglio sono salite del 4,3% (nei supermercati si arriva al +5%) mentre nei negozi sono calate dell'1,7%. 
Condividi