Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/itat-neet-nord-centro-sud-maglia-nera-in-europa-675228f2-f14e-47e7-99b9-fe072aefb284.html | rainews/live/ | true
ITALIA

I dati Istat

Giovani "Neet": sono il 17% al Nord e il 34,2 al Sud. Italia maglia nera in Europa

La distanza tra Mezzogiorno e il resto del Paese si è accentuata negli anni

Condividi
Oltre un giovane su tre al Sud è un “Neet”, ossia non studia e non lavora. Lo segnala l’Istat nel Rapporto sul benessere Equo e Sostenibile (Bes).

Nel 2016, in media il 24,3% dei giovani tra i 15 e i 29 anni non ha lavorato né studiato. I Neet sono il 17% al Nord, il 20,4% al Centro e il 34,2% nel Mezzogiorno, con evidenti differenze tra le province di tutte le aree geografiche.

La distanza tra Mezzogiorno e il resto del Paese si è accentuata negli anni: i maggiori livelli attuali di formazione continua del Nord e del Centro Italia risultano anche da una crescita costante trail 2004 e il 2016, che è stata intensa e diffusa al Nord, rilevante al Centro e molto contenuta nel Mezzogiorno e solo in alcune province.
Il gruppo dei territori meno svantaggiati si concentra tra il Nord-ovest e il Nord-est ma include anche alcune province del Centro, come Pisa, Siena, Ancona. I valori variano dal minimo di Bologna (11,8%) ai massimi di Roma (21,8%) e Torino (21,3%). All'opposto, il gruppo delle province e città metropolitane con più Neet comprende parte di Campania e Puglia, tutta la Calabria, la quasi totalità dei territori siciliani e la costa occidentale della Sardegna, raggiungendo valori tra i più elevati nelle città metropolitane di Palermo (41,5%) Catania (40,1%), Messina (38,5%), Napoli (37,7%) e Reggio Calabria (36,8%)

Cala in Europa la percentuale di Neet, ma l’Italia resta maglia nera fra i paesi Ue per i giovani tra i 18 e i 24 anni che non studiano e non cercano lavoro. L’anno scorso un giovane italiano su quattro, il 25,7%, non era occupato o impegnato in un corso di formazione. Seguono Cipro (22,7%), Grecia (21,4%), Croazia (20,2%) e Romania (19,3%). La percentuale più bassa di Neet, sempre in età compresa tra i 18 e i 24 anni, è stata registrata nei Paesi Bassi (5,3%), davanti a Slovenia (8%) e Austria (8,1%).
 
Condividi