Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/kerry-gaffe-fuorionda-gaza-israele-087db19f-95b8-4460-8fe3-aa0874aff268.html | rainews/live/ | true
MONDO

Guerra a Gaza

Il fuorionda di Kerry a Fox News sull'offensiva di terra di Israele: "Altro che attacco chirurgico"

Gaffe del segretario di Stato Usa che non si accorge del microfono aperto e commenta l'offensiva dell'esercito di Tel Aviv nella Striscia di Gaza. Il video rilanciato dal Washington Post
 

Condividi
Un'offensiva mediatica, con interventi su cinque diverse reti televisive. E alla fine il Segretario di Stato Usa John Kerry "scivola" inavvertitamente sul microfono aperto durante una pausa pubblicitaria dell'intervista a Fox News. Nel video rilanciato dal Washington Post John Kerry, non si accorge che durante la pubblicità il microfono non è spento e, in una conversazione telefonica con una persona del suo staff, commenta in modo apparentemente sarcastico l'offensiva militare d'Israele a Gaza. "Altro che operazione di precisione...", esclama Kerry off the records. "Altro che operazione di precisione. L'escalation è significativa. Dobbiamo andare lì. Dobbiamo andare lì stasera. E' pazzesco stare seduti". Ignaro che la sua telefonata fosse stata registrata, Kerry torna davanti alla telecamere e viene incalzato da Chris Wallace, il giornalista che lo stava intervistando.

"Mentre era in camera e con il microfono, ha parlato con una persona del suo staff sulla situazione in Israele. Quando ha detto 'altro che operazione di precisione' si riferiva al fatto che è preoccupato del fatto che Israele possa essersi spinto troppo in là'?", chiede Wallace. "In queste situazioni è difficile. Ho reagito ovviamente in un modo comune a tutti quando si tratta di bambini e civili", risponde Kerry riferendosi al bilancio delle vittime. "La guerra è difficile. L'ho detto pubblicamente e lo ripeto", puntualizza, tornando poi alla versione ufficiale di Washington: "Difendiamo il diritto di Israele a fare quello che sta facendo", dice. Kerry, che ripete all'unisono con il governo Netanyahu l'accusa nei confronti di Hamas di servirsi della popolazione della Striscia di Gaza come scudi umani, potrebbe tornare d'altronde in Medio Oriente fin dalle prossime ore per lavorare a una tregua.

E i contatti con l'alleato israeliano sono costanti, sottolinea il segretario di Stato, ricordando come il presidente Barack Obama abbia parlato con Benyamin Netanyahu. La telefonata è stata interrotta dalle sirene che hanno costretto Netanyahu a rifugiarsi in un bunker. "Il premier d'Israele ha interrotto la conversazione con Obama per trovare riparo. Non si può vivere così", conclude di fronte alle telecamere.
Condividi