Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/khashoggi-procura-turca-chiede-18-ergastoli-ca04c020-841c-4284-8431-cc03c08268f6.html | rainews/live/ | true
MONDO

Omicidio Khashoggi, procura generale turca chiede 18 ergastoli

Tra questi figura Salah Mohammed al-Tubaigy,il capo dell'unità forense incaricato di fare a pezzi dopo il delitto il corpo del reporter, i cui resti non sono mai stati ritrovati

Condividi
La procura generale turca ha chiesto oggi 18 ergastoli "aggravati" sui 20 accusati per l'assassinio dell'opinionista saudita Jamal Khashoggi, consumato il 2 ottobre 2018 nel consolato dell'Arabia saudita a Istanbul. Gli altri due incriminati dovranno rispondere per "incitamento all'omicidio di primo grado".
 
Le richieste di pena, firmate dal procuratore Irfan Fidan, giungono dopo oltre un anno di indagini. I 18 per cui viene chiesto l'ergastolo sono accusati di aver "ucciso Jamal Khashoggi in modo premeditato, facendo uso di metodi barbari". Tra questi figura Salah Mohammed al-Tubaigy,il capo dell'unità forense incaricato di fare a pezzi dopo il delitto il corpo del reporter, i cui resti non sono mai stati ritrovati. Gli altri due, accusati di averli "deliberatamente e crudelmente istigati a un omicidio di primo grado", sono figure passate alla ribalta nei mesi scorsi per la loro vicinanza al principe ereditario Mohammed bin Salman, il suo ex consigliere e responsabile della comunicazione Saud al-Qahtani e l'ex numero due dei servizi segreti Ahmed al-Assiri. Nessuno degli imputatisi trova tuttavia in Turchia. Il processo potrebbe dunque non svolgersi visto che in aula non sarebbe presente nessuno degli accusati.
Condividi