Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/la-germania-batte-2-1-la-algeria-ai-supplementari-701cb0bc-cd1b-4828-824c-6fb4c1e1ce8b.html | rainews/media/ | (none)
FIFA 2014

I tedeschi incontreranno la Francia che ha battuto la Nigeria

La Germania vince sull'Algeria 2-1 dopo i tempi supplementari e passa ai quarti

Una partita incerta, sul filo fino agli ultimi 10 minuti di gioco quando la Germania ha segnato due gol e gli africani hanno siglato con Djabou il gol della bandiera

Condividi
di Mauro Caputi Germania ai quarti, ma che fatica per la truppa di Loew, messa sotto dall'Algeria per larghi tratti dell'ottavo di finale a Porto Alegre. Ci vogliono i supplementari per sancire il 2-1 a favore dei tedeschi, dopo lo 0-0 del 90'. Ai quarti, al Maracanà, la Germania incrocia i destini con la Francia.
 
Il 4-3-3 di Loew prova a prendere le misure dell'impianto difensivo di Halilhodzic ma va in confusione. L'Algeria comincia subito a martellare con veloci ripartenze. Slimani, lanciato dalla sua metacampo, costringe Neuer all'uscita. Feghouli ne salta due poi tira alto quando avrebbe potuto servire al centro. Ghoulam si infila da sinistra e calcia a lato (anche qui sarebbe stato più opportuno il servizio al centro. Goetze, Mueller e Ozil non si trovano, Schweinsteiger impegna Mbolhi con una staffilata da fuori. Vita dura per i tedeschi, raddoppiati e triplicati da un nugolo di maglie verdi che corrono il doppio. Nel finale prima un tiro di Mostefa, con deviazione di Boateng che spiazza Neuer ma manda il pallone a lato (di poco). Poi l'occasionissma per la Germania: botta da fuori di Kroos, Mbolhi respinge goffamente ma si rifà murando Goetze a tu per tu.
 
L'aggiustamento di Loew a inizio ripresa consiste nell'avvicendare Schuerrle a Goetze. Subito vicina al gol la Germania, col colpo di testa di Mustafi neutralizzato da Mbolhi. Lo stesso portiere algerino arriva sul diagonale da fuori di Lahm. Ma fra le due opportunità tedesche c'è un contropiede mal sfruttato dai nordafricani. Khedira sostituisce Mustafi, l'Algeria risponde a viso aperto col talento Brahimi per Taider. Neuer è chiamato spesso all'uscita per anticipare le punte algerine. Fra l'80' e l'82' Germania tre volte vicina al gol: Mueller di testa impegna severamente Mbolhi e Schuerrle non riesce a ribadire in rete; ancora Mueller, in dribbling, palla di un soffio a lato. Ancora un'uscita salva risultato di Neuer su Feghouli, poi Schweinsteiger gira di testa costringendo Mbolhi alla parata a terra.
 
Resta lo 0-0, si va ai supplementari. Che cominciano con la fiammata che porta avanti i tedeschi: affondo di Mueller e rasoiata al centro con Schuerrle che la mette dentro di tacco. E' il 92' il momento in cui si spezza l'equilibrio. Germania ora a mille. Mueller ci prova appena entrato in area, Ghoulam s'immola; Ozil si lancia in contropiede, Halliche lo chiude sul dribbling; Mueller in diagonale dal limite, a lato di poco. L'Algeria ha comunque la palla del pari: su corner un difensore svirgola e Mostefa mette a lato da ottima posizione. Nella ripresa Mbolhi si oppone al neoentrato Kramer e subito dopo Boateng rimonta Slimani che stava scappando verso la porta. Finale emozionante. Al 119' Ozil sembra chiudere i conti dopo una prolungata azione che aveva visto un tiro di Schuerrle respinto sulla linea da Belkalem. E al 121' il sussulto alegerino, con Djabou che irrompe da sinistra sul cross tagliato di Slimani. Non c'è più tempo, l'Africa esce dal Mondiale con l'onore delle armi.
Condividi