Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/lavoratori-igea-occupano-miniera-sulcis-mauro-pili-ba39a644-3466-4da0-84ed-726f29bd9d56.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

A dare la notizia l'ex governatore Mauro Pili

Sardegna Sulcis, 30 donne occupano miniera. Sono dipendenti ex Igea

In trenta hanno deciso nella notte di entrare nella miniera e bloccare le pompe che devono evitare l'allagamento. Obiettivo: ottenere gli stipendi mai pagati e certezze per il futuro. 

Foto dal profilo Facebook di Mauro Pili
Condividi
Sardegna Con un blitz nella notte trenta donne, dipendenti della ex Igea, hanno preso una decisione estrema: occupare la galleria Villa Marini della miniera di Monteponi e il Pozzo T di Campo Pisano, a Carbonia Iglesias. Lo hanno fatto bloccando le pompe di eduzione il cui scopo è di evitare l'allagamento delle gallerie e contemporaneamente rifornire d'acqua i potabilizzatori per la città di Iglesias.

L'ex presidente Pili dà la notizia su Facebook
A dare la notizia su Facebook è l'ex presidente della Regione Sardegna, e oggi deputato Unidos, Mauro Pili: "Con un'azione senza precedenti le donne dell'Igea poco fa hanno occupato la Galleria Marina a Monteponi - scrive - Nel contempo una decina di operai comprese altre donne hanno raggiunto e preso possesso del 'Pozzo T' della miniera di Campo Pisano dove si trovano le pompe che sollevano l'acqua con la quale viene fornita la città di Iglesias. La tensione è alle stelle".

Il blitz dopo le mancate promesse della Regione
"L'operazione è stata decisa durante la notte - continua Pili - dopo che la Regione aveva ancora una volta disatteso qualsiasi tipo di impegno non solo al pagamento degli stipendi arretrati dei lavoratori ma anche la presentazione di un serio piano di rilancio. L'occupazione della Galleria di Villa Marini a Monteponi non ha precedenti nella storia mineraria. Non era mai capitato che sole donne occupassero una miniera. Si tratta di un'azione di protesta senza precedenti". 

Le rivendicazioni: stipendi arretrati 
I dipendenti dell'ex Igea, società in house della Regione Sardegna, ora in liquidazione, rivendicano stipendi arretrati e certezza per il loro futuro. L'Igea è una società nata per provvedere alle bonifiche delle numerose aree minerarie dismesse della Sardegna.
Condividi