Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/le-telco-contro-norme-ue-sulla-net-neutrality-9d84005d-0bf0-44f8-9f26-1ce599f092a9.html | rainews/live/ | (none)
TECH

Lettera aperta delle associazioni industriali di telecomunicazioni

Net neutrality, le Telco non ci stanno

Il Parlamento europeo ha approvato le norme volte a garantire la neutralità della rete e la parità di condizioni tra consumatori, norme che ora saranno al vaglio del consiglio dei Ministri Ue. Ma hanno già ricevuto il fermo 'no' dalle associazioni degli industriali delle telecomunicazioni

Nel mirino delle Telco la net neutrality approvata da Strasburgo
Condividi
di Celia GuimaraesStrasburgo "Dobbiamo sapere cosa stiamo comprando. Non dovremmo essere derubati, e dovremmo avere la possibilità di cambiare idea. Quindi, tutto sommato, in questo pacchetto, non c’è alcun blocco o limitazione: liberandoci del roaming e ottenendo cooperazione e armonizzazione avremo maggiore protezione del consumatore. Se non ottenete quello per cui state pagando, cambiate operatore". Sono le parole della commissaria Ue all'agenda digitale Neelie Kroes dopo il voto di Strasburgo su roaming e neutralità della rete.
 
No net neutrality
Su questo ultimo punto le norme approvate dall’Europarlamento mirano ad evitare che gli Isp, i fornitori di accesso a internet, promuovano alcuni servizi a discapito di altri. Il regolatore delle telecomunicazioni europee Berec ha riferito che diversi fornitori di accesso a internet stavano bloccando o rallentando servizi come Skype, utilizzato per effettuare telefonate via internet.
 
Le norme vietano anche ai provider internet di dare priorità a particolari tipi di traffico sulle loro reti, ad esempio lo streaming video, per ottenerne maggiori guadagni. Le compagnie, inoltre, non potranno più bloccare o rallentare servizi gratuiti come Skype o WhatsApp per impedirgli di competere con le offerte delle tlc.
 
L'approvazione delle norme è stata salutata con entusiasmo dalle associazioni dei consumatori e con smarrimento dai grandi gruppi delle telecomunicazioni, che ritengono che gli introiti dalle proprie attività vengano sistematicamente negati impedendo innovazione e investimenti.

Lettera aperta 
Le associazioni che rappresentano il settore industriale delle comunicazioni elettroniche (Cable Europe, Etno, Ecta, Gsma) fanno fronte comune. In una lettera aperta, hanno espresso le loro preoccupazioni sui provvedimenti ("rispecchiano una visione molto restrittiva su come internet dovrebbe funzionare e su come dovrebbero essere offerti i servizi specializzati con migliore qualità") e  hanno dichiarato che, in conseguenza delle norme sulla net neutrality, ci sarà un abbassamento complessivo della qualità dell’offerta e di "internet come piattaforma per la creatività e l'imprenditorialità, con un accesso offerto alla più ampia gamma di consumatori attraverso una varietà di offerte diverse".
 
Condividi