CULTURA

​Letteratura: è morto Matvejević, "geopoeta" del Mediterraneo

Condividi
Lo scrittore croato Predrag Matvejević è morto a 84 anni a Zagabria.

Di grande cultura cosmopolita, era noto in Italia dove aveva insegnato e vissuto per oltre 10 anni.

Numerose le sue opere pubblicate in italiano, tra cui "Breviario Mediterraneo", cronaca di viaggi e narrazioni che tessono la geopoetica del Mare Nostrum, e "Pane nostro", che condensa la storie millenarie di questo cibo.

Matvejević era nato a Mostar nel 1932, nell'allora regno di Jugoslavia e oggi Bosnia-Erzegovina; suo padre era di etnìa russa benché nato a Odessa, in Ucraina; sua madre era jugoslava di etnìa croata.

Ha insegnato Slavistica alla "Sapienza" di Roma dal 1994 al 2007, dopo esser stato docente di Letteratura francese all'Università di Zagabria e di Letterature comparate alla Nuova Sorbona-Parigi III. Emigrato in Francia nel 1991, dal 1994 al 2008 ha vissuto in Italia. Fu consulente per il Mediterraneo nel Gruppo dei saggi della Commissione europea durante la presidenza Prodi. È vicepresidente del PEN Club Internazionale di Londra, è cofondatore nonché presidente del comitato scientifico della Fondazione Laboratorio Mediterraneo (oggi Fondazione Mediterraneo) di Napoli. Per la sua attività di scrittore ha ricevuto numerosi riconoscimenti in Italia e all'estero, fra cui il Premio Malaparte nel 1991, il Premio Strega europeo nel 2003 e il Prix du Meilleur livre étranger 1993 a Parigi. Il governo francese gli ha conferito la Legion d'Onore, il presidente della Repubblica Italiana gli ha attribuito la cittadinanza italiana e il titolo di Commendatore dell'Ordine della Stella della Solidarietà Italiana.
Condividi