Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/londra-esplosione-metropolitana-feriti-dc694adf-4f2e-4eec-94a4-be2e1e4e97ff.html | rainews/live/ | true
MONDO

La polizia identifica un sospetto grazie alle telecamere

Londra, esplosione in metropolitana: molti feriti. Autorità: è terrorismo. L'Isis rivendica

Scene di panico e vigili del fuoco in azione: a causare esplosione un ordigno rudimentale collocato in una busta di plastica. La May: "L'ordigno doveva causare significativi danni". Caccia all'uomo, c'è un sospetto. L'Isis rivendica. Allerta terroristico a livello critico, nuovo attacco potrebbe essere imminente

Condividi

Una "palla di fuoco", sprigionata su un vagone della metropolitana londinese fermo nella stazione di Parsons Green, ovest di Londra, ha scatenato il panico tra i pendolari che stamani affollavano il treno, e provocato bruciature al viso e ai capelli a molti di loro. I feriti sono 29. La stampa britannica ha pubblicato le foto, circolate su Twitter, di un secchio bianco in fiamme, accanto alla porta del vagone della District Line, dal quale escono dei fili e quelli che sembrano contatti elettrici. Gli inquirenti britannici stanno lavorando all'inchiesta sull'esplosione considerandola come "un atto di terrorismo". Lo hanno riferito fonti dell'antiterrorismo britannico alla Bbc. 

Isis rivendica attentato
L'Isis ha rivendicato l'attentato compiuto oggi nella metropolitana di Londra. L'ordigno sulla metropolitana - si legge in una nota pubblicata dall'agenzia di propaganda Amaq - è stato portato a termine da un reparto dello Stato islamico".

Allerta terroristico a livello critico, nuovo attacco potrebbe essere imminente
La premier britannica Theresa May ha annunciato che il livello di minaccia in Gran Bretagna è stato aumentato a "critico", dopo l'attentato alla metropolitana di Londra, rivendicato dall'Isis. Questo significa che si teme "un attacco imminente", secondo i servizi segreti britannici. La premier britannica ha anche annunciato che alcuni dei compiti assegnati alla polizia verranno ora svolti dall'esercito. È la prima volta, dall'attentato di maggio alla Manchester Arena, che l'allarme terrorismo viene alzato al livello massimo. Il livello venne nuovamente abbassato dopo quattro giorni.

Caccia all'uomo, si cerca un fuggitivo armato di coltello
Diversi testimoni presenti nella zona dell'esplosione di stamattina su un treno della metropolitana di Londra, consultati da LaPresse sul posto, riferiscono che subito dopo lo scoppio agenti di polizia dicevano di allontanarsi perché si stava cercando un uomo armato di coltello. Il fatto che una caccia all'uomo sia in corso è stata confermata in via ufficiale anche dal sindaco di Londra, Sadiq Khan, ma la polizia non conferma a LaPresse il fatto che si cerchi un uomo armato di coltello. "Sì, ho pensato subito a un attacco terroristico, anche perché ho sentito parlare di un uomo in fuga con un coltello", racconta ai giornalisti sul posto Alex, un testimone.

Polizia identifica un sospetto
La polizia ha identificato un sospetto per l'attentato di questa mattina a Parsons Green grazie alle registrazioni CCTV. 




Ventinove feriti: nessuno in gravi condizioni
Una giornalista di Metro.co.uk che si trovava sul treno ha detto che un contenitore bianco è esploso sul convoglio e i passeggeri hanno subito ustioni al volto. I feriti sono 29 (in 8 sono stati dimessi), nessuno in gravi condizioni. Sono stati "ustionati davvero gravemente" e i loro "capelli sono caduti". Richard Aylmer-Hall, 52 anni ha parlato di "panico "sul treno. "C'era panico, gente che urlava, tantissime urla" ha detto alla Press Association. "Una donna sulla banchina ha detto di aver visto un lampo bianco e sentito uno scoppio, quindi qualcosa è esploso. "Ho visto due donne medicate dai paramedici delle ambulanze". Il corrispondente della Bbc Riz Lateef, che si trovava nella stazione della metropolitana ha descritto il "panico" e la fuga delle persone. Il servizio ambulanze ha detto che ora la priorità è la valutazione e la cura immediata dei feriti e che su posto ci sono "varie risorse".

Trump: un altro attentato da parte di un terrorista sfigato
"Un altro attentato a Londra da parte di un terrorista 'sfigato'", ma il "terrorismo deve essere affrontato in maniera più efficace: Internet è lo strumento di reclutamento che dobbiamo smantellare e utilizzare meglio": questo il commento twittato da Donald Trump all'attentato di Londra. Il presidente statunitense ha aggiunto che i terroristi "sono persone malate e pazze, già nel mirino di Scotland Yard". 




​Chiuse altre stazioni metro
Dopo l'esplosione sono state chiuse diverse stazioni della metropolitana. Lo riporta il Times, secondo cui l'esplosione a Parsons Green è avvenuta nei vagoni posteriori e ci sono diversi feriti, con "ustioni molto serie". La deflagrazione è avvenuta in un'ora di grande afflusso passeggeri: la telefonata ai vigili del fuoco è arrivata alle 08:21. Sul posto i vigili di Chelsea, Fulham e Wandworth e di HammerSmith.




Esperto di terrorismo: non sembra ordigno dell'Isis
L'esperto di terrorismo Chip Chapman, prima della rivendicazione dell'Isis aveva detto che "l'esplosione avvenuta sul vagone della metropolitana di Londra nei pressi di Parsons Green non assomiglia agli ordigni di alta fascia utilizzati dall'Isis, oppure se lo era ha fallito". 

May: "Ordigno concepito per causare enormi danni"
La premier britannica Theresa May è tenuta costantemente informata su quanto accaduto alla metro di Londra. Il primo ministro ha convocato una riunione d'emergenza del Cobra, il comitato di crisi del governo britannico. Theresa May ha in seguito rivolto un messaggio in Tv ai cittadini. "L'ordigno artigianale era stato concepito per causare enormi danni", ha dichiarato la premier britannica.



Indagini: “In bomba molto probabile esplosivo Tatp”
La bomba deflagrata nell'attentato di Londra conteneva "molto probabilmente" Tatp (perossido di acetone), un potente esplosivo usato in genere dagli attentatori dell'Isis. Lo ha riferito una fonte investigativa alla Cnn, precisando che l'ipotesi non è ancora stata confermata. in ogni caso si tratterebbe di un ordigno costruito male. 

Scuole Fulham in “lockdown”. Asilo ed elementare evacuati
Alcune scuole di Fulham che si trovano nella zona dell'attentato alla metropolitana di Londra sono state poste in 'lockdown' per precauzione. La procedura è avvenuta senza avvertire gli studenti di quello che stava accadendo per non spaventarli. La Zebedee nursery school è stata evacuata questa mattina da agenti armati e lo stesso è accaduto per un altro istituto vicino, la Kensington Prep school. La polizia metropolitana di Londra (Met) ha inoltre ordinato l'evacuazione delle abitazioni nel raggio di 50 metri dalla stazione di Parsons Green. "L'operazione è necessaria mentre gli ufficiali specializzati mettono in sicurezza i resti dell'ordigno esploso questa mattina", recita il comunicato stampa del Met.

Condividi