Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/los-angeles-polemica-polizia-uccide-senzatetto-skid-row-ce1d91cf-f5d8-418a-8c0d-3419e32e658c.html | rainews/live/ | true
MONDO

Stati Uniti

Los Angeles, senzatetto ucciso dalla polizia. È polemica

Le circostanze del delitto non sono chiare, ma sembra che la vittima avesse cercato di rubato una pistola a uno degli agenti

La scena del delitto
Condividi
Los Angeles È polemica sulla polizia di Los Angeles dopo la morte di un senzatetto a Skid Row, distretto della città. Gli agenti hanno ucciso l'uomo con cinque colpi di pistola, durante un alterco: secondo le autorità, la polizia ha aperto il fuoco dopo che l'uomo avrebbe cercato di rubare a uno di loro una pistola. Un passante ha ripreso la scena e l'ha pubblicata su facebook: 



La ricostruzione della polizia
Il portavoce della polizia ha spiegato che  che gli agenti stavano rispondendo alla segnalazione di una rapina nella zona. Dopo che i poliziotti si sono avvicinati all'uomo per parlargli, il senzatetto ha iniziato a reagire e a opporre resistenza. Le autorità hanno quindi tentato di fermarlo anche ricorrendo, ma senza successo, all'utilizzo del taser. Durante lo scontro alcuni agenti sono caduti e, ha ricostruito il comandante della polizia Andrew Smith, "ad un certo punto c'è stata una lotta per una delle armi di un agente" e dopo sarebbero partiti i colpi.

L'omicidio e il video
Dal video non si riesce a capire bene che cosa sia successo. Si intravede solo un uomo che cerca di prendere a pugni quattro poliziotti e due altri agenti che corrono in loro aiuto. La scena copre parzialmente ciò che succede nel frattempo sullo sfondo, dove l'uomo è ancora a terra, ma si sente una voce gridare "giù la pistola" quattro volte prima che vengano sparati cinque colpi di arma da fuoco. A quel punto i poliziotti, si allontanano dal senzatetto che giace sul marciapiede.

Le indagini
Un comandante della polizia ha detto che uno dei tre agenti che hanno sparato è un sergente. Secondo la Abc news i tre sono stati sospesi in attesa dell'esito delle indagini. Il presidente della commissione della polizia di Los Angeles, Steve Soboroff, ha ricordato alla Bbc che è importante indagare sui fatti prima di trarre qualsiasi conclusione. "Vorrei solo incoraggiare e pregare le persone di non dare giudizi affrettati. Non è giusto per nessuno. Non è giusto per la famiglia della vittima, per la sua memoria o per gli ufficiali", ha affermato Soboroff.

I precedenti
Solo pochi mesi fa, ad agosto 2013 l'America era rimasta scossa dall'omicidio di Michael Brown, giovane nero ucciso da un agente di polizia. L'omicidio aveva scatenato proteste in tutto il Paese e anche il presidente degli Stati Uniti Barack Obama era intervenuto con un discorso alla nazione, chiedendo chiarezza e rimarcando che "non ci sono scuse per l'uso eccessivo della forza" da parte della polizia.
Condividi