Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/luciana-alpi-ilaria-alpi-famiglia-omicidio-somalia-330e8efa-4cfe-4f83-a376-4102bf7f6726.html | rainews/live/ | (none)
ITALIA

Il governo toglie il segreto ai documenti

Caso Alpi, la famiglia da 20 anni alla ricerca della verità

Luciana Alpi: "Con la desecretazione dei documenti spero di avere un po' di pace e di dare giustizia a Ilaria e Miran"

 

Luciana Alpi
Condividi
Da quel tragico 20 marzo del 1994, giorno dell'esecuzione di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, la famiglia della giornalista del Tg3 non ha mai smesso di cercare la verità. Il padre di Ilaria è morto nel 2010, a portare avanti la battaglia ora è la madre, Luciana: "A vent'anni di distanza non ho né verità né giustizia - commenta - Aspetto sempre. Ho visto da poco il procuratore capo della Repubblica di Roma che ci ha promesso di fare qualcosa, e noi aspettiamo pazientemente che si possa fare qualcosa, ma vent'anni sono troppi per una inchiesta di duplice omicidio. Molte persone sono morte, le prove sono difficili da trovare. Ma la speranza adesso l'ho lentamente riavuta perchè devo dare atto alla presidente della Camera che si è data molto da fare per chiedere la desecretazione dei documenti su Ilaria".

"L'unica speranza è di avere quei documenti"
Nel corso di una conferenza stampa per la presentazione del Premio Ilaria Alpi 2014 e dello speciale di Rai3 "La strada della verità", Luciana Alpi ha detto che spera di trovare un po' di pace: "L'unica speranza è di avere questi documenti, se li avrà la Boldrini, e vedere se c'è qualcosa che possa darmi un po' di pace e dare giustizia a Ilaria e Miran".

Luciana Alpi al settimanale Oggi: "Sono schifata"
"Sono schifata da questa giustizia", ha detto Luciana Alpi al settimanale Oggi: "Ilaria aveva toccato il segreto più gelosamente custodito in Somalia: lo scarico di rifiuti tossici pagato con soldi e armi". 

"Mi mancano le sue risate"
La mamma Luciana poi si lascia andare anche ad un tenero ricordo della figlia, sempre durante l'intervista a Oggi: "Ilaria è sempre presente nella mia vita, non c’è giorno che non pensi a mia figlia, mi mancano le sue risate, i suoi racconti, i suoi baci. Finché avrò vita". 
Condividi