Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/m5s-Diciotti-berlusconi-Forza-Italia-Rousseau-271d2b2e-a003-466a-9aa2-819f908ac8d2.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Diciotti, Berlusconi: "M5S ha paura e minaccia crisi"

Il numero uno del partito azzurro sul caso Diciotti asserisce che in Italia c'è la separazione dei poteri e le azioni di governo non possono deciderle i magistrati. "Affidare la decisione a voto on line è una presa in giro", afferma

Condividi
di Tiziana Di Giovannandrea Se Rousseau dirà sì, potrebbe saltare il Governo. Questo potrebbe accadere all'indomani del voto on line sul caso Diciotti.

Silvio Berlusconi, presidente di Forza Italia, intervistato da Barbara D'Urso, interviene sul caso Diciotti: "In Italia c'è la separazione dei poteri, noi voteremo per il 'no' al giudizio della magistratura su Salvini, invece i grillini si sono affidati alla consultazione online su Rousseau senza aver fatto leggere le carte. Per loro è una decisione difficile ed affidarla a Rousseau è una presa in giro per tutti quanti. Si sono spaventati e hanno sentito gli umori della loro base e se il risultato della consultazione sarà il 'sì', hanno annunciato che potrà anche cadere il governo. Un'altra presa in giro che conferma chi sono questi personaggi, assolutamente non adeguati per essere alla guida del Paese". "Dico alla Lega, complimenti, begli alleati che vi siete trovati. Cominciate a ragionare seriamente sul futuro di tutti noi", ha aggiunto.

L'ex premier, nello studio di Domenica Live, rinnova le critiche nei confronti dell'esecutivo gialloverde: "Governo assurdo, sono bambini all'asilo" dice, affermando che "abbiamo il governo più incredibile, più assurdo per il nostro Paese. Oggi siamo in una situazione ancora più grave del '94 quando c'era il pericolo dei comunisti che erano ancora comunisti. Questi, invece, non solo si dichiarano fortemente comunisti ma hanno un dilettantismo totale, come i bambini dell'asilo. Non sanno fare nulla, sono ignoranti".

Su quanto sta accedendo in Sardegna, Berlusconi valuta che "serve continuità territoriale anche per le merci" spiegando: "Le regioni del Sud soffrono di più, in Sardegna in particolare il problema principale è la mancanza di lavoro. Sono la bellezza di 115mila e per far sì che nascano nuovi posti di lavoro in quella regione e i giovani non debbano lasciare la loro bellissima terra bisogna intervenire con la fiscalità di vantaggio".

"Inoltre - ha continuato Berlusconi - bisognerebbe arrivare a risolvere il problema della continuità territoriale con l'Italia e quindi prezzi aerei e di navigazione più convenienti, non solo per i sardi, ma anche per le merci. Infine bisogna dare incentivi alle aziende che assumeranno giovani".

"I pastori sono stati costretti alla protesta" ha poi detto Berlusconi sottolineando che "il governo finora non ha fatto niente" e che "debba intervenire con controlli perché non ci sia latte proveniente dall'estero a costi inferiori, scongiurando la chiusura delle aziende".

Il leader di Forza Italia ha anche lanciato una bordata all'Europa: "Oggi l'Europa è un fallimento: è l'Europa dell'austerità e dei burocrati. Bisogna cambiarla. Deve ritornare a essere il centro dell'Occidente" ha sottolineato il Cavaliere.
Condividi