Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/m5s-di-maio-intese-su-presidemti-camere-non-riguardano-governo-c2488061-9381-4964-bc10-c710d0545d5a.html | rainews/live/ | (none)
ITALIA

"Abolire i vitalizi"

Di Maio: confronto sui presidenti "entro domenica sentirò tutti i leader". Paletti sulle Camere

Il leader 5 Stelle: "Noi non accettiamo né condannati né indagati per le presidenze delle Camere. Ci aspettiamo dagli altri la stessa sensibilità"

Condividi
Luigi Di Maio, nel Comasco per incontri con gli imprenditori, torna a parlare della presidenza delle due Camere: "Sarà molto importante dialogare con tutti per individuare personalità di garanzia. Ciò significa che, per me, per l'individuazione dei due presidenti della Camere bisognerà riconoscere i vincitori. Ma ho intenzione di richiamare tutti i rappresentanti delle forze politiche che siedono in Parlamento per concordare uno schema per cui le persone che individueremo potranno essere più condivise possibili".

Entro domenica, dunque, "sento Salvini, Brunetta, Meloni, Martina e Grasso". Ed ha proseguito: "Noi non accettiamo né condannati né indagati per le presidenze delle Camere. Ci aspettiamo dagli altri la stessa sensibilità". 

"Intese su presidenze Camere non riguardano il governo"
"In questi giorni in Parlamento siamo impegnati su un importante dialogo con tutte le forze politiche per assicurare alle due Camere dei presidenti all'altezza di questo ruolo. Ma voglio dire anche chiaramente che quelle che saranno le intese sulle presidenze delle Camere non riguardano assolutamente le intese sul futuro governo del Paese", ha ribadito il leader del Movimento 5 Stelle in mattinata a Bologna per una visita al Cosmoprof.

"Aboliremo i vitalizi"
"Quello che ci interessa è dare persone di garanzia alla presidenza delle due Camere, dei due rami del Parlamento, ma soprattutto abolire i vitalizi". Questo "perchè la composizione degli uffici di presidenza di Camera e Senato, con i loro presidenti, i vicepresidenti, i questori e i segretari - ha continuato Di Maio - sarà importante per abolire un privilegio odioso come quello dei vitalizi che sicuramente è uno di quei temi che ci ha restituito il voto del 4 marzo dove il Movimento 5 Stelle ha raggiunto il 32,5%". Ma "sono sicuro che già in questi giorni tanti altri italiani si stiano avvicinando a noi e ci vogliano dare fiducia sui grandi temi da affrontare che aspettiamo da 30 anni e che è arrivato il momento di fare". 

"Sono qui per sostenere le eccellenze" 
Il candidato premier dei 5 Stelle poi spiega: "La mia presenza qui è prima di tutto per sostenere una delle grandi eccellenze a livello mondiale che abbiamo, un punto di riferimento come Cosmoprof. Ma anche per stare vicino al popolo delle partite Iva, a coloro che sono piccoli imprenditori italiani ma che rappresentano eccellenze nel mondo per la loro arte, per quello che riescono a fare con le loro conoscenze e soprattutto perchè hanno la capacità sempre di aggiornarsi": E ha proseguito: "Questo è un grande momento di aggiornamento per tanti settori imprenditoriali del nostro Paese e la mia presenza qui sta a ricordare a tutto il mondo quanto è grande l'Italia e quanto deve essere rispettata nel mondo questa nazione, perchè è un punto di riferimento per tanti settori".  
Condividi