Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/madre-fb-alessandro-ucciso-a-pescara-c7efa7b5-4bec-471c-b8bd-9f7a124943f8.html | rainews/live/ | true
ITALIA

L'omicidio di Alessandro Neri

Ucciso a Pescara, la madre: "Chi ti ha ucciso ha una mamma?"

Condividi
"Ale ti hanno ucciso, Ale con un colpo di pistola... A chi lo ha premuto il grilletto domando: hai una mamma?". Lo scrive su Facebook Laura Lamaletto, madre di Alessandro Neri, il 29enne ucciso a colpi di arma da fuoco al torace. Il suo corpo è stato trovato ieri pomeriggio nella zona di Fosso Vallelunga, alla periferia di Pescara, tre giorni dopo la sua scomparsa.  

La scomparsa lunedì scorso
Lunedì pomeriggio il ragazzo si era allontanato dalla sua casa di via Londra a Spoltore (Pescara) - dove viveva con la sua famiglia - con la sua Fiat 500 rossa. Gli inquirenti sono al lavoro per capire se Alessandro sia stato ucciso nel luogo del ritrovamento o se il corpo sia stato trasportato là dopo l'omicidio.   

Il mistero dell'auto
Accertamenti sono in corso anche sull'auto del giovane, trovata parcheggiata mercoledì nel centro di Pescara, a circa sei chilometri dal luogo in cui è stato trovato il cadavere. C'è da appurare da chi e quando la macchina del giovane sia stata parcheggiata in quel posto: elementi utili potrebbero arrivare dalle immagini delle videocamere di sorveglianza. 


 
Il ritrovamento del corpo 
Seduto, con le gambe in acqua e il busto adagiato sulla sponda del torrente, vestito e con il cappuccio della felpa sulla testa. E' questa la scena che si sono trovati davanti ieri pomeriggio i primi ad intervenire a Fosso Vallelunga, periferia di Pescara, il luogo dove è stato trovato il corpo senza vita di Alessandro Neri. Da una prima ispezione sul corpo, è emerso che il ragazzo è stato raggiunto almeno da un colpo di arma da fuoco al torace, con foro di entrata anteriore.

A breve l'autopsia
Il medico legale Cristian D'Ovidio, che sabato effettuerà l'autopsia sul corpo di Alessandro Neri, dovrà chiarire le modalità della morte del 29enne. Gli inquirenti si aspettano di sapere la distanza dalla quale è stato esploso l'unico colpo, che apparentemente sarebbe stato indirizzato al torace del ragazzo. Elemento che chiarirebbe prima di tutto il luogo dell'omicidio, se una autovettura o un ambiente comunque ristretto. All'autopsia parteciperà un ufficiale dei Ris carabinieri di Roma, esperto balistico: non si sa al momento se si recherà sul luogo del ritrovamento del cadavere.
Tra le piste che si seguono a Palazzo di Giustizia non si esclude il delitto ''non previsto'', cioè di impulso, non organizzato, non in stile 'regolamento di conti'. 
Condividi