Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/magistratura-democratica-contro-berlusconi-poche-4-ore-di-affido-ai-servizi-sociali-443d679a-9ab7-43e3-b224-f4c12421ea4d.html | rainews/live/ | true
POLITICA

L'ex premier: "Farò ciò che mi sarà chiesto con umiltà"

Magistratura Democratica contro Berlusconi: "Poche 4 ore settimanali ai servizi sociali"

Il tribunale - afferma Beniamino Deidda, direttore del periodico di Md - avrebbe dovuto  valutare in concreto la pericolosità e le condizioni di un proficuo inserimento di questo condannato che ha infranto gravemente la legge. Secca replica di Forza Italia: dicevano che le sentenze non si commentano, ma per Berlusconi le regole vengono stravolte. 

L'articolo sul sito di Magistratura Democratica
Condividi
"I cittadini si aspettavano che una grave condanna non finisse miseramente nel nulla e soprattutto non finisse con quella che sembra una presa di giro, con quelle quattro ore settimanali ad intrattenere i vecchini". Magistratura democratica, la corrente di sinistra delle toghe, critica severamente la decisione con cui il tribunale di sorveglianza di Milano il 15 aprile scorso ha disposto l'affidamento di Silvio Berlusconi ai servizi sociali per scontare la condanna per frode fiscale inflittagli al termine del processo Mediaset.
 
L'attacco di Magistratura democratica
Le quattro ore a settimana ad assistere gli anziani ospiti della Fondazione Sacra Famiglia di Cesano Boscone previste per l’ex premier non piacciono a Beniamino Deidda, direttore del periodico di Md e sino all'anno scorso procuratore generale a Firenze. "Il tribunale - afferma Beniamino Deidda dal sito di Magistratura democratica - avrebbe dovuto valutare in concreto la pericolosità e le condizioni di un proficuo
inserimento di questo condannato che ha infranto gravemente la legge nonostante  le sue condizioni economiche e sociali, mentre rappresentava il popolo italiano in Parlamento e ricopriva prestigiose cariche pubbliche".
 
"Gli serviva un serio programma di riadattamento sociale"
"Ma come si fa a credere che i giudici milanesi in tanti anni non abbiano aperto un giornale, non abbiano mai sentito Berlusconi che aggrediva i giudici forte della sua posizione di Presidente del consiglio?”, si chiede Deidda. “Oppure che non abbiano mai sentito il condannato rinnovare le sue aggressioni prendendo a pretesto proprio la condanna per la quale è stato ora disposto l'affidamento in prova? E non bastava tutto questo per capire che si trattava di una persona grandemente bisognosa di un serio programma di riadattamento sociale?”.

Alberti Casellati (FI): contro Berlusconi tutte le regole vengono stravolte
Dalle fila di Forza Italia arriva la dura replica dell'ex sottosegretario alla Giustizia Elisabetta Alberti Casellati, componente della Commissione Giustizia di Palazzo Madama: "Il leit motiv negli interventi di Magistratura democratica è sempre stato che le sentenze o i provvedimenti dei giudici non si commentano – dice – Ma quando si tratta di Silvio Berlusconi tutte le regole, anche quelle 'solennizzate' da certa magistratura, vengono stravolte". 

Berlusconi: "Farò quello che mi chiederanno di fare"
A proposito dell'impegno a Cesano Boscone, durante un'intervista a "Domenica Live" su Canale 5, l'ex premier ha dichiarato: "Farò ciò che mi chiederanno di fare e che saprò fare con piena umiltà e totale partecipazione". I dettagli si conosceranno molto presto: "Domani mi chiamerà l'ufficio dell'assistente sociale a cui sono stato affidato e mi dirà quando potrò iniziare il mio impegno", ha spiegato Berlusconi.
Condividi