Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/maltrattamenti-bimbi-asilo-arrestata-maestra-ccfd9a4d-e012-4c18-9000-7ce0153e0301.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Maltrattamenti e abuso dei mezzi di correzione

Due casi di maltrattamenti ai bimbi dell'asilo: arrestate maestre a Cernobbio e Varzi

Una donna di 58 anni è stata ritenuta responsabile di maltrattamenti commessi in qualità di educatrice in un asilo nido di Cernobbio. Nel Pavese arrestata la titolare di un asilo nido e due collaboratrici denunciate

(Foto di repertorio)
Condividi
Una maestra d'asilo è stata arrestata, nel Comasco, per ripetuti maltrattamenti verso i bambini. I Carabinieri della Compagnia di Como hanno infatti dato esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal gip di Como, nei confronti di una donna di 58 anni ritenuta responsabile di maltrattamenti "commessi in qualità di educatrice in un asilo nido di Cernobbio (Como), dove poneva in essere condotte violente nei confronti di bambini di età compresa tra i 3 e i 18 mesi". 

Un arresto e due denunce a Varzi
In un'altra operazione di oggi, un'educatrice, titolare di un asilo nido di Varzi, nel Pavese, è stata posta agli arresti domiciliari, e due collaboratrici denunciate, in seguito all'intervento della Guardia di Finanza per un nuovo episodio di maltrattamenti a danno di bambini con età che vanno da 1 a 3 anni. Tutto è iniziato, informa una nota, quando nel comune sono iniziate a circolare voci sempre più insistenti su presunte condotte anomale poste in essere dalla titolare di un asilo nido. Le indagini, delegate alla Guardia di Finanza, hanno, nel giro di pochi mesi, confermato quelle voci e i comportamenti tenuti dalla maestra. Determinanti sono stati i filmati girati all'interno dell'asilo che documentano le ripetute violenze, di natura fisica (spinte, strattoni e schiaffi) e psicologica, inflitte ai bambini di età compresa fra 1 e 3 anni. Le prove raccolte dalla Guardia di Finanza hanno immediatamente indotto l'autorità giudiziaria pavese a disporre la misura della custodia cautelare domiciliare nei confronti di M.F. di 50 anni, titolare della struttura, e a denunciare a piede libero due collaboratrici per abuso dei mezzi di correzione nei confronti di minori.

Codacons: telecamere ovunque
Installare subito sistemi di videosorveglianza in tutte le strutture scolastiche italiane. A chiederlo il Codacons, dopo l'ennesimo caso di maltrattamenti a danno di bambini che ha portato all'arresto di una maestra a Varzi, nel Pavese. "Si stanno moltiplicando i casi di violenza nelle strutture scolastiche portati alla luce solo grazie a telecamere nascoste piazzate dalle forze dell'ordine - commenta il presidente Carlo Rienzi - per questo ribadiamo la necessità di installare telecamere in tutti gli asili e scuole elementari, per controllare l'operato del personale scolastico ed evitare abusi e violenze che possono avere conseguenze anche gravi sui minori". "In tal senso chiediamo di accelerare sulla proposta di legge sulla videosorveglianza negli asili approvata in larga maggioranza alla Camera e che risulta bloccata da molti mesi al Senato, legge che potrebbe mettere fine a violenze e vessazioni sui minori" conclude Rienzi.
Condividi