Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/manovra-2019-pensioni-d-oro-niente-tagli-aumenta-il-prezzo-delle-sigarette-f4ecf5f1-b800-4cc1-a63c-bc07747d5d45.html | rainews/live/ | (none)
ECONOMIA

I conti italiani

La manovra sbarca alle Camere. Niente tagli alle pensioni d'oro, aumenta il prezzo delle sigarette

Non c'è il taglio delle pensioni superiori a 4.500 euro. Per gli statali che vogliono lasciare il lavoro con 'quota 100' le domande di pensione si potranno presentare da aprile con un preavviso di 6 mesi. Numerosi i nodi che il Parlamento deve sciogliere

Condividi
di Tiziana Di Giovannandrea La legge di Bilancio sbarca in Parlamento dove inizia il suo iter e dove gli emendamenti la ridisegnaranno, limeranno, allargheranno  ed alla fine si arriverà alla definizione dei conti italiani dal 1° gennaio per il 2019. Numerosi i nodi che il Parlamento è chiamato a sciogliere.

Il testo della manovra firmato dal capo dello Stato Mattarella contiene 108 articoli ed è composta da 75 pagine. A cui vanno aggiunte le tabelle e la relazione tecnica.

Pensioni d'oro
Il taglio delle cosiddette pensioni d'oro, quelle superiori a 4500 euro per il momento è rimandato. E' uno dei nodi su cui il Parlamento deve decidere. M5S e Lega hanno dibattuto la questione a lungo: si tagliano o no?  La Lega vorrebbe calcolare il contributo sulla parte della pensione che eccede 90mila euro lordi. Il M5S vorrebbe il prelievo considerando l'intero importo della pensione sulla base di aliquote che partono dall'8% per arrivare al 20%. Incerta la situazione per le pensioni calcolate interamente con il metodo contributivo. La Lega vorrebbe tenerle fuori dal prelievo. Bisogna aspettare la decisione parlamentare.  

Per quanto riguarda il reddito di cittadinanza e la riforma delle pensioni con quota 100 attualmente sono fuori dalla legge di Bilancio. I provvedimenti saranno introdotti nel dettaglio con "appositi provvedimenti".

Diktat alle Regioni tutte sui vitalizi
Le Regioni e le Province autonome avranno 4 mesi per "rideterminare la disciplina dei trattamenti previdenziali e dei vitalizi già in essere in favore di coloro che abbiano ricoperto la carica di presidente della regione, di consigliere regionale o di assessore regionale" secondo il metodo di calcolo contributivo. I mesi di tempo a disposizione delle Regioni diventano sei se sono necessarie modifiche allo Statuto. Se l'ente non si adegua alle prescrizioni di razionalizzazione delle spese si applicheranno tagli, pari al 80% dei trasferimenti statali, se non viene rivista la disciplina sui vitalizi. I tagli non si applicheranno ai fondi che riguardano il "Servizio sanitario nazionale, politiche sociali e per le non autosufficienze e trasporto pubblico locale".

Pensioni con 'quota 100'
Slitta in avanti la finestra per i dipendenti pubblici che vogliono lasciare il lavoro con la 'quota 100': 62 anni di età e 38 anni di contributi. In pratica potranno andare in pensione da settembre 2019 presentando domanda di pensione anticipata dal prossimo aprile.

Cabina di regia per gli investimenti
Nel testo della manovra firmato dal presidente Mattarella spunta all'art. 18  'Investitalia', la cabina di regia a Palazzo Chigi per la promozione degli investimenti pubblici e privati. Il testo della norma prevede l'istituzione di "una Struttura di missione per il supporto alle attività del presidente del Consiglio dei ministri di coordinamento delle politiche del governo e dell'indirizzo politico e amministrativo dei ministri in materia di investimenti pubblici e privati". La struttura, che "opera alle dirette dipendenze del presidente del Consiglio anche in raccordo con la Cabina di regia Strategia Italia", potrà contare su una dotazione di 25 milioni di euro dal 2019.

Centrale per le opere pubbliche
L'articolo 17 del documento prevede, a decorrere dal primo gennaio 2019, l'istituzione della 'Centrale per la progettazione delle opere pubbliche', presso l'Agenzia del Demanio che assume la denominazione di Agenzia del Demanio e della progettazione. Al fine di consentire lo svolgimento dei compiti previsti, è autorizzata l'assunzione a tempo indeterminato, a partire dall'anno 2019, presso l'Agenzia e con destinazione alla Centrale, di un massimo di 300 unità di personale. Per le prime 50 assunzioni si "può procedere al reclutamento, prescindendo da ogni formalità, attingendo dal personale di ruolo". E' autorizzata la spesa di 100 milioni di euro annui a decorrere dall'anno 2019.

Famiglia
E' saltato l'incremento di 100 milioni della dotazione del fondo "politiche per la famiglia" ma secondo fonti ministeriali lo stanziamento è nei rifinanziamenti previsti nella II sezione.

Sigarette, possibile aumento di 10 centesimi a pacchetto 
L'art. 86 della Legge di Bilancio introduce l'aumento dell'imposta sulla produzione e sui consumi di tabacchi. Questo potrebbe avere un effetto di incremento di 10 centesimi per ogni pacchetto. Lo specifica la relazione tecnica che accompagna la manovra secondo cui l'incremento della fiscalità potrebbe essere recuperato dai produttori con un aumento dei prezzi di vendita di circa 10 centesimi a pacchetto, per tutte le fasce di prezzo. Tuttavia l'aumento non è automatico in quanto i produttori potrebbero anche decidere di ridurre i margini mantenendo il prezzo stabile.
Condividi