Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/manovra-al-via-vertice-di-maggioranza-conte-chiede-un-ulteriore-sforzo-per-taglio-tasse-7107f4d3-8886-4cb9-aeb2-1e63fc8e6ea9.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Di Maio: "Pensiamo a chiuderla"

Manovra. Al via vertice di maggioranza. Conte chiede un ulteriore sforzo per taglio tasse

All'appello mancherebbero infatti circa 500 milioni di euro. Italia Viva continua a chiedere l'abrogazione di plastic tax, sugar tax e auto aziendali

Condividi
E' iniziato a Palazzo Chigi il vertice di maggioranza per cercare l'intesa sulle correzioni alle micro tasse, dopo la fumata nera di ieri, e provare a sbloccare lo stallo dei lavori in Senato. Italia Viva continua a chiedere l'abrogazione di plastic tax, sugar tax e auto aziendali. 

Il premier, Giuseppe Conte, ha chiesto agli uffici del Mef e della Ragioneria un ulteriore sforzo per trovare le coperture necessarie per il taglio delle tasse. All'appello mancherebbero infatti circa 500 milioni di euro. Al tavolo sono presenti i ministri dell'Economia, Roberto Gualtieri, dei Beni Culturali, Dario Franceschini, delle Politiche agricole, Teresa Bellanova, dei Rapporti con il Parlamento, Federico D'Incà. Inoltre, partecipano i viceministri dell'Economia, Antonio Misiani e Laura Castelli, il sottosegretario Maria Cecilia Guerra, gli esponenti di Italia Viva, Luigi Marattin e Davide Faraone, tecnici del Mef e della Ragioneria dello Stato. 

Riunioni al ministero dell'Economia si sono tenute fino a tardi ieri e stamattina per costruire ipotesi di copertura con l'obiettivo di un rinvio dell'entrata in vigore della plastic tax, prevista ora in Manovra dal primo aprile 2020. In linea con quanto emerso nella riunione di ieri sera, dopo che Italia Viva ha puntato i piedi sullo stop alle tasse su plastica e zuccheri aggiunti, ma anche per migliorare la norma sulle auto aziendali.

Di Maio: "Ognuno si alza al mattino e ne dice una, pensiamo a chiuderla"
"Ormai, ognuno si alza la mattina e sulla manovra ne dice una... Dobbiamo avere la costanza di finirla questa manovra. E poi che all'interno della manovra ci sia una tassa che dice alle multinazionali che, per esempio, non possono più imbottigliare le bevande in una bottiglia non riciclabile, è sacrosanto...Qui sono tutti amici di Greta nel mondo, pure in Italia ma poi quando andiamo a ridurre, per esempi, la plastica non riciclabile a mare... Questa imposta ormai non è più impattante sulle imprese, perché plastic tax e sugar tax insieme fanno 500 milioni di euro che sembrano tantissimi ma stiamo parlando di un disincentivo che consente alle aziende di riconvertirsi senza impantanare il settore ". Così il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, questa mattina prima dell'inizio del vertice a Palazzo Chigi.

Orlando: "Se ci sono più risorse ridurre tasse al lavoro"
"Se ci sono davvero più risorse e di questo si discute al vertice di maggioranza, mettiamole per ridurre ulteriormente la pressione fiscale sui salari dei lavoratori italiani". Lo scrive su Twitter il vice segretario del Pd, Andrea Orlando.

Speranza: 235 milioni per diagnostica di livello
”Per la prima volta in questa legge di bilancio stanziamo 235 milioni per far comprare attrezzature per la diagnostica di primo livello negli studi dei medici di medicina generale. Ce ne sono 50.000 in Italia. Così come pure dovremo rafforzare le nostre farmacie. Dobbiamo rafforzare il modello della farmacia dei servizi”. Queste le parole di Roberto Speranza, parlamentare di Liberi e Uguali e ministro della Salute, ad Agorà su Rai Tre, su quanto previsto nella manovra in tema potenziamento degli studi medici di medicina generale.
Condividi