Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/marino-raggi-pronto-piano-rifiuti-00211303-6c7c-494f-9528-a74761e8c7c2.html | rainews/live/ | (none)
POLITICA

L'ex Sindaco capitolino ad Agorà

Caos rifiuti a Roma,Marino a Raggi: non ha studiato.Piano pronto da due anni, manca firma Zingaretti

L'ex sindaco poi ricorda che nelle prossime settimane arriveranno a Roma, 21 mila cassonetti. E aggiunge: "Se arriveranno nuovi cassonetti è grazie ai risparmi che sono stati fatti con la mia amministrazione". Intanto le opposizioni invocano le dimissioni dell'assessore Muraro e Fratelli d'Italia annuncia: presto mozione di sfiducia. Lei replica dal blog di Grillo: Roma ridotta così dai partiti, noi la ripuliremo

Condividi
"Virginia Raggi sedeva in Consiglio Comunale e sa bene che con la mia Giunta siamo intervenuti con un progetto industriale per trattare i rifiuti organici a Roma. Virginia Raggi probabilmente non ha studiato e non sa che questo progetto esiste ed è fermo da 2 anni perché manca l`autorizzazione del Presidente Zingaretti". Lo dichiara Ignazio Marino, ex sindaco di Roma, ad Agorà Estate, ricordando le proposte fatte dalla Giunta Marino in merito allo smaltimento dei rifiuti. L`ex sindaco di Roma risponde così, a distanza, alla neo sindaco di Roma Virginia Raggi che il 29 luglio scorso aveva detto che Marino avrebbe chiuso Malagrotta senza approntare un sistema congruo di smaltimento dei rifiuti. E annuncia: "Fra qualche settimana, grazie ai 41 milioni di risparmi dell`anno scorso, a Roma compariranno 21 mila nuovi cassonetti. E non è stata la fata turchina a portarli - aggiunge Marino - Se arriveranno nuovi cassonetti è grazie ai risparmi che sono stati fatti con la mia amministrazione".

Marino: non ho ancora rinnovato tessera Pd e non conosco Muraro
 "Non ho ancora rinnovato la tessera del Pd. Siamo nel 2016, ho davanti a me ancora diversi mesi di riflessione per decidere se prendere la tessera Pd o meno", ha dichiarato Ignazio Marino. Parlando poi dell'emergenza rifiuti a Roma e della bufera che ha coinvolto l'assessore all'Ambiente del Comune di Roma, Paola Muraro, l'ex primo cittadino ha spiegato: "Non conosco l'assessore Muraro. Io nominai il presidente Fortini e il nuovo direttore generale Ama".

Proseguono polemiche su Muraro
"Presenteremo una mozione di sfiducia per l'assessore Muraro perché esiste un evidente conflitto di interessi. Ha più volte detto che avrebbe risolto la questione rifiuti e invece ancora non è successo. Crediamo sia opportuno che non faccia più parte della giunta". Ad annunciarlo è il capogruppo di FdI in Campidoglio, Fabrizio Ghera, durante una
conferenza stampa. La mozione dovrebbe essere presentata già oggi durante l'Assemblea Capitolina e verrà appoggiata anche dalla lista civica di Giorgia Meloni. Andrea De Priamo ha definito l'affaire Muraro "un tema molto scottante vista l'inadeguatezza e l'inopportunità della nomina dell'assessore all'Ambiente Muraro".

Giro: M5s firmino sfiducia Muraro
"I consiglieri comunali eletti con Cinque Stelle firmino la mozione promossa la loro collega Ghera per la sfiducia dell'assessora all'ambiente Muraro. Se vogliono rispettare lo statuto del loro movimento i Cinque Stelle devono firmare questa mozione altrimenti predicano bene e razzolano male anzi malissimo": lo afferma Francesco Giro, senatore FI.

Rotta, Muraro si dimetta, conflitto interessi
"#monnezzopoli puntata odierna: per #Muraro altro conflitto di interessi. Per i romani altri rifiuti sotto casa #dimissioni". Così Alessia Rotta, responsabile Comunicazione del Partito Democratico, su twitter. 



Di maio: attacchi da chi stava 'magnando' tutto 
"Più vediamo attacchi contro la nostra giunta più i cittadini devono stare tranquilli perchè vuol dire che chi 'se stava magnando tutto non sta magnando piu"". Così il vice presidente della Camera, Luigi Di Maio, a Cagliari con la parlamentare Emanuela Corda per incontrare i vertici dell'Agenzia delle entrate, ha risposto ai giornalisti che gli chiedevano sulle polemiche legate alla raccolta dei rifiuti nella capitale. "Più si vedranno attacchi scomposti come quelli che abbiamo visto in questi giorni contro l'assessore all'Ambiente e il sindaco Raggi", ha proseguito Di Maio, "più dobbiamo essere certi che stiamo scoperchiando il vaso di Pandora di partiti, editore e palazzinari che non stanno piu' 'magnando' e banchettando sulla pelle dei romani".

Muraro: Roma ridotta così dai partiti, noi la ripuliremo
"Il sistema di partiti e dirigenti che ha ridotto Roma, le sue vie, i suoi monumenti, le sue periferie in vergognosi esempi di degrado e inefficienza ha paura. Per la prima volta nella storia, questo sistema si trova di fronte un gruppo di persone, dal sindaco Virginia Raggi, alla sottoscritta e a tutta l'amministrazione che ha un solo obiettivo: ripulire la città e liberare Ama da chi l'ha ridotta al collasso. Ci vorrà del tempo per rimediare a quello che hanno fatto, e i cittadini ne sono consapevoli". Lo scrive sul blog di Beppe Grillo l'assessora all'Ambiente della giunta Raggi Paola Muraro.
Condividi