Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/martina-levato-evirare-un-uomo-prima-aggressione-acido-e657ebd5-a716-4c2d-b0a6-3f75304cd482.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Il caso

Aggressione con acido a Milano, ragazza sotto accusa. "Aveva anche tentato di evirare l'amante"

I due erano usciti e si erano appartati in auto a scambiarsi effusioni quando lei ha estratto un coltello e ha tentato di tagliargli il pene. All'epoca, maggio del 2013, era stato aperto un fascicolo per lesioni che oggi gli inquirenti stanno rileggendo alla luce dell'aggressione con l'acido muriatico ai danni di Pietro Barbini. 

Condividi
"Chiudi gli occhi che ti faccio un regalo". Erano in macchina, appartati, seminudi. Lei ad un certo punto lo guarda e pronuncia quella frase. Lui, ovviamente, chiude gli occhi. E pochi secondi dopo, il regalo: lei ha un coltello in mano e lo vuole evirare. Terrorizzato, lui scappa gridando. Glaciale, lei spiega di essere stata aggredita e costretta a salire in auto. La Procura aprirà un fascicolo a carico della donna per lesioni. Da rileggere ora con grande attenzione.

Chi è Martina Levato, la mantide religiosa della Bocconi
Lei, infatti, è Martina Levato. 23 anni, nota alle cronache perchè è appena stata arrestata per aver tentato di sfigurare con l'acido muriatico un suo ex fidanzato, Pietro Barbini, milanese residente a Boston, ma rientrato in Italia per trascorrere le vacanze di Natale insieme alla famiglia. Lo salvato in extremis il padre che lo aveva accompagnato all'appuntamento con Martina e il complice, l'agente di Borsa tedesco Alexander David Giulio Boettcher. Evidentemente quella di aggedire i suoi uomini stava diventando un'abitudine. 

A maggio 2013 il tentativo di evirare un amante
La ragazza, studentessa della Bocconi, si trova in stato di fermo. E gli inquirenti che stanno indagando nel suo passato hanno scoperto che a maggio dell'anno scorso si era appartata in auto, in centro, insieme ad un compagno di studi con cui aveva trascorso le vacanze al mare. Effusioni dietro i vetri appannati, un classico che stava per finire in tragedia: il ragazzo se l'è cavata con un taglio alla mano mentre Martina, pur indagata per lesioni, è rimasta libera. E ha architettato un'altra vendetta nei confronti di un altro dei suoi uomini. 
Condividi