Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/matteo-renzi-presenta-il-suo-libro-al-lingotto-di-torino-e-firma-querela-contro-marco-travaglio-227dba85-2dbc-4cba-a9d3-c112299f68b7.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Alla presentazione del suo libro al Lingotto di Torino

Matteo Renzi firma la querela contro Marco Travaglio

Matteo Renzi ha scelto Torino per firmare la prima delle querele che nei giorni scorsi aveva annunciato avrebbe fatto entro il 22 febbraio. “E’ per Marco Travaglio", ha annunciato. E sul governo: “La manovra è già pronta”

Matteo Renzi (archivio)
Condividi
"Di fronte alle difficoltà tutti ci dicono che siamo finiti, ma noi siamo quelli che restano e che non mollano mai". Matteo Renzi ha ripreso con queste parole, al Lingotto di Torino, il tour per la presentazione del suo libro, che aveva interrotto per l'arresto dei genitori.

Renzi, presentando il suo libro. ha chiamato sul palco un suo legale per firmare la querela contro Marco Travaglio, che era apparso in tv con alle spalle un rotolo di carta igienica con il volto dell'ex premier.
Renzi ha annunciato querele anche contro il giornalista Maurizio Belpietro, il cantante Piero Pelù, una giornalista della Rai e altre persone. "Ho aperto un casella e-mail per ricevere le segnalazioni dalla gente. Credo nella giustizia, e questa querela lo dimostra", ha spiegato.

A proposito della vicenda che vede coinvolti i suoi genitori, Renzi ha affermato di non aver mai detto nulla contro la giustizia. “Indagine è legittima. Ma non posso sopportare che i miei genitori soffrano. Sono fiero e orgoglioso di essere loro figlio. Non ho nulla di cui vergognarmi. Conosco i fatti". Ed ha aggiunto: "Vogliamo una sentenza in nome del Popolo italiano, in un'aula di tribunale".
 
 “Non ci faranno tacere”
E "al senatore Giarrusso che ha detto che dovrei essere impiccato rispondo che non mi faccio impaurire da questa gente qui e non ci faranno tacere", ha detto ancora Matteo Renzi a Torino."Io vorrei qui sommessamente fare notare - ha aggiunto-  alla signora presidente del Senato che è una vergogna che nessuno abbia detto un parola per questo senatore che ha auspicato l'impiccagione di un altro senatore. A uno che vuole tagliarmi la testa - ha aggiunto - rispondo che ho chiesto al gruppo del Senato di intervenire lunedì in Aula”.
 
Manovra bis già pronta
"La manovra è già pronta. Ci stanno solo portando a spasso per arrivare alle europee. Sono in campagna elettorale perenne ma arriveà  una manovra bis. E metteranno le mani in tasca", ha detto ancora Matteo Renzi parlando dal Lingotto di Torino.
 
Condividi