Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/migranti-dati-statistica-Viminale-Ministero-Interno-f1c1d7da-c304-4f52-9bbd-53a1f18f2b60.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Dati aggiornati 2018

Migranti. I numeri del Viminale: respinte 6 domande d'asilo su 10

Nel 2018 in Italia sono sbarcate 15.610 persone. E' stato riconosciuto lo status di rifugiato al 7% dei richiedenti. Per il Ministero dell'Interno in 13 anni concesso asilo a 36.588 persone

Condividi
di Tiziana Di Giovannandrea Il Ministero dell'Interno pubblica giornalmente, sul proprio sito, un quadro sull'andamento degli arrivi e sulle presenze dei migranti nelle strutture di accoglienza anche nell'ambito del Sistema di protezione richiedenti asilo e rifugiati (il c.d. Sprar).

Dai dati diffusi dal Viminale risulta che dall'inizio di giugno in Italia sono arrivate 2180 persone. Dall'inizio dell'anno gli arrivi sono stati 15.610. La nazionalità più diffusa è quella tunisina. Il porto con maggior numero di sbarchi è Catania.

Degli oltre 15.000 sbarchi dall'inizio dell'anno, 10.765 sono quelli provenienti dalla Libia. I porti che principalmente accogliono gli arrivi, dopo Catania, sono: Pozzallo, Augusta, Messina Trapani, Lampedusa, Palermo, Porto Empedocle, Crotone, Reggio Calabria. 

Sulla base di quanto dichiarato dai migranti al momento dello sbarco per quanto riguarda la nazionalità al primo posto c'è la Tunisia seguita dall'Eritrea, Sudan, Nigeria, Costa d'Avorio, Mali, Guinea, Iraq, Pakistan, Algeria. 

Dai dati diffusi emerge che dal 1 gennaio al 15 giugno di quest'anno solo il 7% dei richiedenti asilo (circa 3.000 persone) hanno avuto riconosciuto lo status di rifugiato sulle 44.233 domande presentate alle Commissioni per il riconoscimento della protezione internazionale, cioé la somma tra le 31.367 presentate quest'anno e una parte del residuo degli anni scorsi e ancora in fase di valutazione. Dai dati del Viminale emerge poi che al 4% di chi ha chiesto la protezione sussidiaria è stata concessa mentre al 28% è stato riconosciuto il permesso umanitario mentre sul totale delle richieste 6 domande d'asilo sono state respinte su 10. 
Il 61% delle domande sono state respinte o per mancanza dei requisiti o perché chi ha presentato la richiesta è risultato irreperibile.

Per il Ministero dell'Interno negli ultimi 13 anni è stato concesso asilo a 36.588 persone.

Per ottenere lo status di rifugiato è necessario dimostrare un fondato timore di subire nel proprio paese una persecuzione personale sulla base della Convenzione di Ginevra. 
La protezione sussidiaria si ha quando il richiedente dimostra il rischio di subire un danno grave nel caso di rientro nel suo Paese mentre il permesso di soggiorno umanitario si può ottenere quando pur non essendoci i presupposti per la protezione internazionale si rilevano "gravi motivi di carattere umanitario" per chi richiede l'asilo. Durante la procedura di riconoscimento il richiedente ha diritto a rimanere sul territorio nazionale.

Secondo i dati, sono in calo i minori stranieri non accompagnati, passati dai 25.846 del 2016 ai 15.779 del 2017 ed ai 2.171 dei primi medi 2018.
Condividi