Original qstring: print | /dl/rainews/articoli/migranti-salvino-da-meta-luglio-chiude-il-cara-di-mineo-dalle-parole-ai-fatti-027aa24f-f22f-4fbe-89b6-af8786b76b84.html | rainews/live/ | true
Rai News
ITALIA

Fu inaugurato a marzo del 2011

Migranti. Salvini: "Da metà luglio chiude il Cara di Mineo. Dalle parole ai fatti"

Attualmente nel centro di accoglienza vivono 152 persone. Il picco è stato registrato il 7 luglio 2014 con 4.173 ospiti

Entro metà luglio chiuderà il Cara di Mineo. Nel centro attualmente ci sono 152 persone. Il primo giugno 2018, quando Matteo Salvini aveva giurato da ministro dell'Interno, gli immigrati presenti nella struttura erano 2.526. Il picco è stato registrato il 7 luglio 2014 con 4.173 ospiti. Lo scorso 27 marzo - in vista dello sgombero definitivo - 50 migranti sono stati trasferiti dal centro di accoglienza a Caltanissetta e a Messina.

La struttura - al centro di diverse inchieste - fu inaugurata a marzo del 2011 dall’allora governo Berlusconi e dall’ex ministro dell’Interno leghista Roberto Maroni, quello che fu chiamato “Il villaggio della solidarietà” nacque all’interno del Residence degli aranci: 400 villette che originariamente dovevano essere destinate ai marines della vicina base militare americana di Sigonella. 

Salvini: "Dalle parole ai fatti"
"Dalle parole ai fatti" dice il ministro dell'Interno Matteo Salvini. "Grazie ai #portichiusi abbiamo svuotato i grandi centri come Cona e Bagnoli in Veneto e Castelnuovo di Porto a Roma. Ora è il turno di Mineo: è una buona notizia per chi, per anni, ha vissuto in zona subendo criminalità e disagi. Un pensiero particolare ai familiari e agli amici di Vincenzo Solano e Mercedes Ibanez, brutalmente uccisi nel 2015 da un delinquente immigrato che viveva nel Cara. Ai loro cari il nostro pensiero e il nostro abbraccio: non ci siamo dimenticati".