Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/milan-ec4d913f-12d3-461c-87ad-6084000a27c0.html | rainews/live/ | (none)
SPORT

Partita dominata dai rossoneri con brivido finale

Il Milan batte 2-1 il Genoa e risale la classifica

Bacca porta in vantaggio i rossoneri al quinto minuto, il Genoa non riesce a reagire e per i padroni di casa è una partita in discesa. Unico neo il gol subito al 92' dall'ex Cerci. Ora il Milan può guardare con più ottimismo alle parti alte della classifica. Menez rientra dopo 181 giorni. Il Genoa resta invischiato nella parte bassa. 

Condividi
di Marco Rossi Il Milan, reduce da sette risultati utili consecutivi, batte il Genoa 2-1 e continua a risalire la classifica portandosi a 43 punti. Prima del posticipo serale è a 2 punti dall’Inter e a 3 dalla Fiorentina.  
 
A San Siro il Milan vuole continuare la risalita per approdare all’Europa che conta, mentre il Genoa è a caccia di punti per lasciare la parte calda della classifica. Il tecnico rossonero Mihajlovic schiera il 4-4-2 con il recuperato Niang e Bacca in avanti. Gasperini, privo dell’infortunato Pavoletti, lancia Matavz affiancato da Suso e Laxalt nell’abituale 3-4-3.
 
Per i rossoneri si mette subito bene: prima Perin vola su un tiro di  Honda e subito dopo il giapponese recupera un pallone, crossa e serve Bacca che non perdona (5’). Il Genoa prova a cercare varchi, ma il Milan pressa con discreta efficacia, solo al 34’ dopo un’azione pericolosa di Bacca  fermato in uscita da Perin, il Genoa piazza due cross di Fiamozzi e Silva ma gli attaccanti rossoblù non arrivano per un soffio. Il primo tempo si chiude con un Milan che riesce a controllare la gara senza troppi patemi.
 
La ripresa inizia con la sostituzione di Suso da parte di Gasperini che manda in campo l’ex Cerci. Il Milan non indietreggia e si fa avanti con Niang, spesso coadiuvato da Montolivo. Al 60’ Bacca lancia Niang fermato tempestivamente da Perin, il Genoa non riesce a rendersi pericoloso. Al 64’ Honda tira da una ventina di metri e sorprende Perin, in questa occasione non ineccepibile, ed è  2-0. Il Genoa accusa il colpo e al 75’ Montolivo colpisce il palo con un bel sinistro  al volo. Subito dopo Mihajlovic fa entrare Menez al posto di Niang. Per Menez è il ritorno in campo dopo 181 giorni. I rossoneri hanno il controllo totale della gara e possono permettersi di sostituire nel finale Bacca con Balotelli. Al 92’ quando tutto sembra chiuso arriva il gol di Cerci che sfrutta una ribattuta di Donnarumma su tiro di Rigoni e insacca, ma è troppo tardi. Per il Milan  missione compiuta anche se con qualche brivido di troppo nel finale.
Condividi