MONDO

Sale la tensione tra Grecia e Turchia nel Mediterraneo

I militari turchi fermano una nave con a bordo il ministro della difesa greco

Il ministro della difesa greco Kammenos e le isole contese
Condividi
La guardia costiera turca ha impedito al ministro della difesa greco Panos Kammenos  l’accesso a due isolotti dell’Egeo, da tempo contesi tra Grecia e Turchia. Nel 1996 i due isolotti, rispettivamente chiamati  Kardak in turco e Imia in greco furono testimoni di un vero e proprio conflitto a fuoco tra i due paesi membri della Nato.

In quell’occasione fu abbattuto un elicottero greco provocando la morte di 3 membri dell'equipaggio. Il ministro della difesa greco si stava recando sull’isola per rendere omaggio a 3 militari uccisi.

Secondo un comunicato dello stato maggiore turco nel corso dell’operazione le navi turche hanno impedito il passaggio alla nave Nikiforos della marina greca e a un battello della guardia costiera greca.

Questo nuovo episodio segue una serie di confronti tra mezzi militari dei due paesi che ha visto una notevole escalation nelle ultime settimane.

Nei giorni scorsi, nel corso del Word Economic Forum a Davos, il Primo ministro greco Alexis Tsipras ha dichiarato che la Grecia deve fare fronte nel Mediterraneo alla sfida di convivere con un vicino "aggressivo" come la Turchia.

La tensione tra Grecia e turchia risente anche della crisi in Siria dove è in corso un operazione militare turca contro il cantone di Afrin e il Rojava, un'entità territoriale autonoma, di etnia prevalentemente curda, che mantiene buoni rapporti con il governo greco guidato da Alexis Tsipras. 



 
Condividi