Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/ministro-Esteri-tedesco-Gabriel-Italia-va-aiutata-sul-lavoro-e-sui-migranti-f876c19a-22ce-4cfe-b1d5-0f9aa6e09227.html | rainews/live/ | true
MONDO

Alfano: Ue disponibile ad accordo con la Libia sui migranti

Il ministro degli Esteri tedesco, Gabriel: l'Italia va aiutata sul lavoro e sui migranti

Incontro a Roma tra il capo della diplomazia tedesca e il ministro degli Esteri, Angelino Alfano

Condividi
Berlino spezza una lancia per l'Italia sul debito pubblico. "Non ci può essere una politica europea a discapito di un altro paese. L'Italia, la Francia e la Grecia hanno bisogno di più aiuto nel settore della disoccupazione ma anche sulle migrazioni", dice il ministro degli Esteri tedesco, Sigmar Gabriel, in conferenza stampa alla Farnesina con Angelino Alfano. "Non è possibile che ci siano un hot spot italiano e uno greco, che un paese si ritiri e lasci il peso sugli altri", aggiunge.

"Non punire l'Italia, serve tempo per il debito" 
"Dobbiamo consentire all'Italia di avere tempo per rientrare dal debito, non si possono allo stesso tempo fare le riforme e risparmiare", spiega Sigmar Gabriel  al termine del colloquio con Alfano. Poi cita 'l'agenda Schroeder', con cui la Germania intraprese una serie di riforme e aggiunge: "Noi  stessi siamo la dimostrazione che ci vuole tempo. Ci vuole tempo per abbattere il debito, non si possono fare insieme riforme e risparmio. Noi lo abbiamo imparato sulla nostra pelle e dovremmo consentirono anche agli altri".  

Non dimenticare la crescita accanto alla stabilità
Il ministro socialdemocratico e vicecancelliere tedesco ha ribadito che il patto europeo "si chiama patto di stabilità e di crescita, ma negli ultimi anni in Europa si è fatto l'errore di privilegiare la stabilità non guardando alla crescita. Ora dobbiamo pensare a entrambe".

Con Renzi riforme senza precedenti
"Matteo Renzi ha portato avanti in Italia riforme che nessun altro era riuscito a fare in precedenza", dice poi Gabriel.

Migranti, Alfano: Ue per accordo con Libia, ma serve stabilità
"C'è una predisposizione europea a fare un accordo (per la gestione dei migranti ndr) con la Libia, ma è necessaria la stabilità" del Paese nordafricano, ha detto Alfano in conferenza stampa con Gabriel, che ha sottolineato però che "c'è una differenza gigantesca" tra la situazione in Turchia, con cui l'Ue ha già fatto un accordo, e la Libia. 
Condividi