Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/morto-il-matematico-Michael-Atiyah-suo-il-teorema-dellindice-3989d6a3-f489-480b-be28-56b1231c8672.html | rainews/live/ | (none)
SCIENZA

Gigante dell'algebra e della geometria del XX secolo

E' morto il matematico Michael Atiyah, suo il "teorema dell'indice"

Nel settembre scorso ha mandato in subbuglio la comunità matematica mondiale, annunciando di aver dimostrato uno dei problemi matematici più importanti di sempre, irrisolto da quasi 160 anni: la cosiddetta ipotesi di Riemann

Condividi

Il matematico britannico Sir Michael Francis Atiyah, gigante dell'algebra e della geometria del XX secolo, celeberrimo per aver enunciato e dimostrato il teorema dell'indice, che seguendo le orme di Isaac Newton ha rinnovato gli studi unendo matematica e fisica, è morto all'età di 89 anni. L'annuncio della scomparsa, avvenuta ieri, è stato dato dalla Royal Society di Londra, di cui è stato presidente dal 1990 al 1995.

L'ipotesi di Riemann
Nel settembre scorso Atiyah ha messo in subbuglio la comunità matematica mondiale: intervenendo al convegno Heidelberg Laureate Forum in Germania, ha annunciato di aver dimostrato uno dei problemi matematici più importanti di sempre, irrisolto da quasi 160 anni, la cosiddetta ipotesi di Riemann. L'ipotesi, formulata per la prima volta nel 1859 da Bernhard Riemann, è considerata il più importante problema aperto della matematica.

Atiyah è stato uno dei fondatori, assieme al matematico tedesco Friedrich Ernst Peter Hirzebruch, della K-teoria topologica, una branca della topologia algebrica. Nato a Londra il 22 aprile 1929 da madre scozzese e padre libanese, Michael Francis Atiyah si è diplomato e ha conseguito il dottorato al Trinity College di Cambridge, passando poi gran parte della sua vita scientifica nelle università di Cambridge e Oxford. È stato professore nella cattedra Savilian di geometria a Oxford e rettore del Trinity College a Cambridge. Nel 1969 fu nominato professore di matematica all'Institute for advanced study di Princeton (New Jersey) ed era professore onorario di matematica dell'Università di Edimburgo.
 

Condividi