Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/motociclismo-motomondiale-motogp-Dovizioso-Marquez-Rossi-San-Marino-Simoncelli-Misano-Adriatico-a283cb6f-e8bf-490a-8633-96fc8111a4a8.html | rainews/live/ | (none)
SPORT

MotoGp, circuito 'Marco Simoncelli'

Dovizioso trionfa a Misano, battuto Marquez, Rossi settimo

Il forlivese sorpassa Lorenzo al 7° giro e resta in testa fino alla fine, salendo al secondo posto in classifica mondiale. Per lui, terzo successo stagionale, il primo in carriera nel Gran Premio di San Marino. Lorenzo, partito dalla pole, cade al penultimo giro quando era in seconda posizione

Condividi
di Nicola Iannello Il giro d’onore lo fa in piedi sulla moto, bandiera tricolore al vento. Andrea Dovizioso si gode il trionfo nel Gran Premio di San Marino, sul circuito di casa intitolato a ‘Marco Simoncelli’. Per il pilota forlivese della Ducati è il terzo successo stagionale, dopo Qatar e Repubblica Ceca. Alle sua spalle, il leader della classifica iridata, lo spagnolo Marc Marquez (Honda). Ora il campione del mondo in carica guida con 221 punti, 67 in più proprio di Dovizioso, che scavalca sia Valentino Rossi (7° di giornata e ora terzo in classifica) e Jorge Lorenzo, caduto nel finale. La giornata d’oro del motociclismo italiano a Misano Adriatico è coronata dai successi di Francesco Bagnaia in Moto2 e di Lorenzo Dalla Porta in Moto3.
 
 “Sono davvero felice. Non mi aspettavo di vincere in questo modo ma è stato tutto perfetto" le prime parola di Dovizioso. "Siamo arrivati qui con una base molto buona, dovevamo fare tutto alla perfezione perché era l'unico modo per vincere, Lorenzo andava fortissimo e battere Marquez è sempre difficile. Inoltre non avevo mai vinto a Misano ed era qualcosa che ho sempre voluto fare". Lo spagnolo della Honda ha all’attivo cinque successi stagionali, mentre Dovizioso appaia Lorenzo a quota tre. I dodici Gp finora disputati (non si correva dal 12 agosto, Gp d’Austria, dopo l’annullamento di Silverstone il 26 agosto) registrano solo quattro vincitori, l’altro è il britannico della Honda Cal Crutchlow.
 
Lorenzo parte dalla pole e balza al comando. Al 4° giro l’australiano Jake Miller, scattato dalla prima fila, cade ed esce di scena. Al 7° giro Dovizioso supera Lorenzo che deve vedersela con Marquez in un acceso derby iberico. A cinque giri dal termine, Dovizioso comincia a girare più lento. Al penultimo giro, clamorosa caduta di Lorenzo, che non controlla l’anteriore in curva. Dovizioso chiude davanti a Marquez, terzo gradino del podio per Crutchlow. Nella top ten anche Rins (Suzuki), Viñales (Yamaha), Pedrosa (Suzuki), Pedrosa (Honda), Rossi, Iannone (Suzuki), Bautista (Ducati) e Zarko (Yamaha). Undicesimo Petrucci su Ducati Pramac, dodicesimo Morbidelli (Honda).
Condividi