Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/motomondiale-rio-hondo-argentina-crutchlow-rossi-marquez-dovizioso-7b1d0e1b-267e-4fb3-963d-3ea90396746f.html | rainews/live/ | (none)
SPORT

Gp Argentina

MotoGp, Crutchlow trionfa a Rio Hondo. Sesto Dovizioso

Il britannico della Honda domina in Argentina, seconda prova del Motomondiale, davanti al francese Zarco e allo spagnolo Rins. Marquez chiude 5° ma viene retrocesso in 18ma piazza per una serie di manovre scorrette. Buttato giù anche Valentino Rossi, che poi chiude 19°. Sesta posizione per la Ducati di Andrea Dovizioso. Iannone ottavo, Petrucci 10°

Condividi
Terzo successo in MotoGp per Cal Crutchlow. Il britannico con la Honda fa suo il Gp d’Argentina sulla pista di Rio Hondo. Al secondo posto la Yamaha del francese Johann Zarco che precede lo spagnolo Alex Rins su Suzuki. Quarta piazza per l’australiano Jack Miller, che era partito in pole. Quinta piazza sul traguardo per un indemoniato Marc Marquez che però viene penalizzato per l’ennesima volta in questo gran premio (l’ultima volta di 30”) e chiude 18°, proprio davanti a Valentino Rossi, messo giù dallo spagnolo al 21° e che riparte per chiudere 19°, anche lui fuori dalla zona punti. Al  quinto posto risale così Maverik Vinales (Yamaha), così come Andrea Dovizioso sesto con una Ducati un po’ in difficoltà. Andrea Iannone (Suzuki) è ottavo, Danilo Petrucci (Ducati) decimo.

Partenza ritardata per le condizioni meteo variabili e con il solo Miller nella sua posizione in griglia davanti a tutti e gli altri in fondo (per aver montato le gomme slick in un secondo momento). Prima del via si spegne la moto di Marc Marquez che si riallinea, ma lo fa con una manovra non consentita. Lo spagnolo, grazie ad un avvio scatenato, si porta davanti superando Miller, mentre Pedrosa finisce fuori già al primo giro. Marquez subisce  una penalità e, dopo esser passato per la pit-lane, rientra a fondo gruppo. “El cabrocito”, fedele al suo soprannome, si scatena e rimonta posizioni su posizioni, ma con una serie di sorpassi e manovre pericolose, in una delle ultime lo spagnolo butta giù Valentino Rossi (che riparte e chiude 19°), ma subisce penalità in serie, l’ultima, di 30” a fine gara, gli costa la quinta piazza ottenuta sul traguardo.
 
Nel Mondiale balza così al comando lo stesso Crutchlow, con 38 punti, con tre lunghezze di vantaggio su Andrea Dovizioso (35) e dieci su Zarco (28). Vinales quarto con 21, davanti a Marquez (20), Miller (19), Petrucci (17) e Valentino Rossi (16).
Condividi