Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/nigeria-studentesse-scomparse-dopo-attacco-boko-haram-d4cb28b7-addc-48d8-8733-a0be70d56254.html | rainews/live/ | true
MONDO

Nigeria

Decine di studentesse scomparse dopo attacco di Boko Haram

L’organizzazione terroristica jihadista ha attaccato il villaggio di Dapchi in Nigeria e decine di ragazze in fuga per non essere rapite non sono ancora state rintracciate

Condividi
Almeno 50 studentesse di una scuola attaccata la sera del 19 febbraio dai jihadisti di Boko Harams ono scomparse. Lo riporta la Bbc citando il governatore dello stato di Yobe, dove è avvenuto il blitz dei terroristi islamici.La maggior parte delle studentesse e degli insegnanti sono riuscite a scappare la sera dell'attacco dopo aver sentito gli spari dei jihadisti che si stavano avvicinando alla scuola nel villaggio di Dapchi. Quattro anni fa, Boko Haram rapì oltre 270 studentesse nella città di Chibok.

Studenti e insegnanti della Girls Science Secondary School sono fuggiti nella boscaglia, temendo di essere rapiti dai combattenti. Due giorni dopo, decine di allieve non sono ancora ritornate a casa, sollevando i timori delle loro famiglie, che le hanno anche cercate invano nei villaggi vicini. Secondo il personale scolastico, al momento dell'attacco nell'istituto c'erano 710 studentesse dagli 11 anni in su.
"Le nostre ragazze sono scomparse da due giorni e non sappiamo dove si trovino", ha detto Abubakar Shehu, zio di alcune delle giovani: "ci è stato detto che erano fuggite in altri villaggi, ma siamo stati in tutti quelli menzionati, senza successo. Iniziamo a temere che sia successo il peggio e abbiamo paura di dover affrontare un nuovo scenario come quello di Chibok".
 
Il gruppo jihadista Boko Haram, il cui nome significa "l’educazione occidentale è un peccato", conduce dal 2009 una sanguinosa insurrezione nel nord-est della Nigeria, che ha portato alla morte di oltre 20mila persone. L’organizzazione ha già rapito migliaia di persone, tra cui donne e bambini, ma è stato solo dopo il rapimento di 276 studentesse di scuola superiore a Chibok, nel 2014, che è scattata un'ondata di indignazione globale, dando al gruppo una tragica notorietà sulla scena internazionale.
Condividi