Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/no-tav-cantiere-chiomonte-e47004c0-d72e-40be-8724-a85c47245db5.html | rainews/live/ | (none)
ITALIA

No Tav in Val di Susa, scontri e tensioni con le forze dell'ordine

L'ordinanza prefettizia definiva un percorso tutto sulla ex statale 24 vietando il passaggio accanto alle reti

Condividi
E' terminata la manifestazione del Movimento No tav in val di Susa. I manifestanti sono scesi verso i cancelli del cantiere, ma il corteo è stato fermato prima del ponte dalle forze dell'ordine.

Una parte dei manifestanti ha indossato vestiti neri e ha cercato di tirare giù i jersey posizionati per fermare il corteo. Il gruppo ha iniziato un fitto lancio di pietre, fumogeni e bombe carta contro gli agenti. In risposta le forze dell'ordine hanno lanciato alcuni lacrimogeni. Alcune persone sarebbero state fermate e identificate.

Quattro i poliziotti feriti, due dei quali con ustioni alle gambe causate dal lancio di fuochi d'artificio. Questo il primo bilancio della Questura di Torino. Secondo la polizia circa 400 persone, intorno alle 17, hanno raggiunto uno degli sbarramenti posti a protezione del ponte sulla Dora e, dopo aver tentato di rovesciare la recinzione, hanno lanciato pietre, fuochi d'artificio e grossi petardi verso gli agenti, che hanno risposto con i lacrimogeni.
Condividi