Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/nocera-inferiore-bimba-8-mesi-autopsia-008ca997-5dee-4b53-af89-25e84dcbeb50.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Salernitano

Nocera, la morte di Iolanda: medico legale dopo autopsia parla di 'caso particolare'

Al termine dell'autopsia sul corpo della piccola Iolanda, la bimba di 8 mesi morta nell'Ospedale di Nocera Inferiore, il medico legale che ha effettuato l'esame autoptico parla di "un caso singolare" 

Condividi
di Tiziana Di Giovannandrea L'autopsia sulla salma della piccola di otto mesi, Iolanda, deceduta nella notte tra venerdì 21 giugno e sabato 22 scorsi, nell'Agro Nocerino Sarnese, in provincia di Salerno, è stata effettuata.

Con ogni probabilità sono emersi nuovi elementi d'indagine. Il riserbo degli inquirenti e dei medici legali è massimo. Alla fine di un lungo esame autoptico durato oltre tre ore all'obitorio dell'Ospedale Umberto I di Nocera Inferiore uno dei due medici legali che ha effettuato l'autopsia, Giovanni Consalvo ha dichiarato: "Non posso dire nulla, c'è il segreto istruttorio" ma "è un caso singolare. Lo capirete da domani, dalle evoluzioni che ci saranno". 

Anche gli investigatori mantengono la più assoluta riservatezza e non hanno rilasciato dichiarazioni ma si può affermare che già dalle prossime ore i primi risultati degli esami eseguiti potranno avere riflessi sull'inchiesta.

Nel pomeriggio i medici legali Giuseppe Consalvo e Rosanna Di Concilio sono giunti nell'Ospedale "Umberto I" di Nocera Inferiore poco dopo le 15.30, accompagnati dagli agenti della Polizia Scientifica e dal vicequestore del Commissariato nocerino Luigi Amato. Stando a quanto si è appreso, l'équipe sanitaria avrebbe prima sottoposto la salma a un esame radiografico, per poi iniziare l'autopsia intorno alle 16.40. L'esito dell'esame autoptico sarà fondamentale per accertare e definire le cause del decesso e per assodare eventuali responsabilità.

 Al momento i genitori della piccola sono indagati, il padre Giuseppe in stato di fermo, la madre Immacolata a piede libero, per omicidio volontario aggravato. Il padre della piccola è chiuso nel carcere di Salerno a Fuorni. L'uomo era stato fermato dagli agenti della Squadra Mobile di Salerno domenica verso le 13, nella stazione di Salerno, mentre tentava di allontanarsi dalla città. I poliziotti, che lo stavano pedinando, gli hanno quindi notificato il provvedimento di fermo e poi lo hanno portato in carcere in Via del Tonnazzo.

Le indagini erano scattate subito dopo l'arrivo della neonata in ospedale a Nocera Inferiore. La piccola - trasportata dall'ambulanza del 118 che l'aveva soccorsa nella sua abitazione di Sant'Egidio del Monte Albino (Salerno) - era giunta all'Umberto I già priva di vita. 
Condividi