Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/non-rivelo-in-tempo-difetti-delle-sue-auto-General-Motors-sotto-inchiesta-in-arrivo-maxi-multa-105bbf65-71ef-42a6-86e4-dd71bb5cab95.html | rainews/live/ | true
MONDO

La rivelazione del New York Times

Usa:non rivelò in tempo difetti delle sue auto.General Motors sotto inchiesta, in arrivo maxi multa

Secondo gli investigatori del ministero della Giustizia, il colosso automobilistico non avrebbe comunicato difetti legati all'accensione, provocando la morte di 104 persone

Condividi

Il Dipartimento di Giustizia ha identificato, nel corso delle indagini, degli illeciti penali nella mancata comunicazione da parte di General Motors del difetto all'accensione che ha causato almeno 104 morti. Le autorità starebbero negoziando un patteggiamento record, superiore alla sanzione da 1,2 miliardi di dollari inflitta a Toyota.

Lo riporta il New York Times citando alcune fonti, secondo le quali un patteggiamento potrebbe essere raggiunto in estate. Un accordo con il Dipartimento di Giustizia è essenziale per Gm per voltare pagina e recuperare la sua reputazione. ''Stiamo collaborando con tutte le richieste. Non siamo in grado di commentare sullo stato delle indagini, inclusa la tempistica'' afferma Gm.

La casa automobilistica ha richiamato, a partire dal febbraio 2014, 30 milioni di auto, per un difetto all'accensione in grado di spegnere il motore, disattivando anche gli airbag. Gm ha speso 3 miliardi di dollari in richiami lo scorso anno, inclusi i 600 milioni di dollari accantonati per compensare le vittime degli incidenti e le loro famiglie

Condividi