Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/norman-atlantic-oggi-quarto-sopralluogo-scatola-nera-5fe24632-f356-41b0-be76-2516651d0fc7.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Brindisi

Rogo Norman Atlantic: oggi quarto sopralluogo. Forse anche le analisi delle scatole nere

Il relitto è ancora in fiamme e oggi, per la quarta ispezione, salirà il pm Ettore Cardinali. In giornata forse potrebbe esserci l'accertamento irripetibile sulle due scatole nere gemelle (che contengono le stesse informazioni) ritrovate nei giorni scorsi. E potrebbe essere anche la giornata della decisione sul trasferimento del relitto nel porto di Bari.

Condividi
Brindisi Per la Norman Atlantic oggi è il giorno della quarta ispezione. Il pm di Bari Ettore Cardinali salirà di nuovo sul relitto -che sta ancora bruciando - assieme ad un ingegnere del Registro Navale Italiano, per valutare la possibilità del rimorchio a Bari. Intanto l'incarico per le autopsie sui corpi delle vittime è slittato a lunedì prossimo. 

Ritrovata la seconda scatola nera
Ieri intanto, durante il terzo sopralluogo, gli uomini del Nucleo Investigazioni Antincendio hanno prelevato la seconda scatola nera dal traghetto naufragato lo scorso 28 dicembre al largo delle coste albanesi. Ora su entrambe - si tratta di scatole gemelle che contengono cioè le stesse informazioni: la prima era stata recuperata tre giorni fa - la Procura ha disposto un accertamento tecnico irripetibile che potrebbe avere luogo già oggi. Verranno vagliate anche tutte le immagini delle telecamere di sorveglianza.

Valutazione del trasferimento a Brindisi
Intanto la Capitaneria di Porto di Bari e l'Autorità Portuale stanno cercando una posizione indonea il cui collocare la Norman Atlantic. Se oggi infatti arriverà il nulla osta dell'ingegnere del Registro Navale insieme al permesso a navigare - il relitto è inclinato di 10 gradi su un lato e non è detto che possa affrontare il mare - il traghetto potrebbe essere spostato da Brindisi a Bari. 

Le zone ispezionate
All’interno, nelle zone più vicine al garage da cui è partito l'incendio, ci sono ancora dei focolai, che secondo il comandante dei Vigili del Fuoco di Brindisi, Michele Angiuli, “proseguiranno ancora per alcune settimane”. Per il momento sono stati ispezionati i ponti 6 e 4 mentre si è riusciti ad accedere parzialmente al ponte 3.
Condividi