Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/pandemia-covid-19-in-europa-oltre-15mila-morti-71fd4421-e260-4758-8ed0-6b11b891ebc9.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

Pandemia nel vecchio continente

Pandemia di Covid-19, in Europa oltre 15mila morti

268.191 casi di contagio ufficiali in Ue. In Spagna 4.089 morti. In Germania ricoverati 47 pazienti italiani. In Francia, dove si registrano 1.331 vittime, ok a Clorochina con controllo medico con due antivirali per i pazienti affetti da Covid-19

Condividi

La pandemia di nuovo coronavirus ha causato il decesso di oltre 15mila persone in Europa, secondo un bilancio fatto da Afp ricavato da fonti ufficiali alle 17 di oggi. In totale 15.500 sono i decessi in Europa, di cui la maggior parte in Italia (8.165) e in Spagna (4.089), i paesi più toccati dalla pandemia di Covid-19, così come in Francia (1.331). Con 268.191 casi di contagio ufficiali, l'Europa è il continente dove la pandemia progredisce in maniera più veloce.

Le cure in Francia con nuovo decreto
In Francia è arrivato il via libera alla prescrizione sotto rigide condizioni dell'antimalarico Idroclorochina e l'associazione Lopinavir/Ritonavir ai pazienti ricoverati in ospedali per coronavirus: è quanto si legge nel testo del decreto adottato ieri 25 marzo 2020 e pubblicato oggi sul sito legifrance.gouv.fr.

Francia, polemica sui numeri
Sul Covid-19 in Francia si scatena una 'guerra' dei numeri. Ufficialmente dall'inizio dell'epidemia solo 25.233 persone sono state testate positive, ma a queste ora si aggiungono 41.836 altri casi diagnosticati dai medici di base la scorsa settimana. Il bilancio aggiornato viene diffuso da Sante' Publique sulla base delle segnalazioni ricevute dai medici di famiglia parte della rete di sorveglianza 'Sentinelles', istituita il 17 marzo. Le regioni maggiormente colpite sono Ile de France, Grande Est e Paesi della Loira. Ai numeri stimati dai medici si sommano anche altri 9.136 casi sospetti di Covid-19 riscontrati dalle associazioni 'Sos Me'decins', di pronto soccorso domiciliare, pari al 15% dei loro interventi tra il 16 e il 23 marzo.

Incrociando i vari dati in Francia, quindi, i casi di nuovo coronavirus sono almeno 76.205. In divenire anche il computo dei morti, che al momento sono 1.311, ma la cifra include i soli pazienti deceduti in ospedale. Dopo le polemiche sollevate dalla mancata presa in considerazione degli anziani che muoiono in case di cure e di assistenza, tra cui gli Ehpad, e al proprio domicilio, dalla prossima settimana il ministero della Salute comincera' a registrarli per arrivare ad una statistica globale dei morti di Covid-19 in Francia.

Sante' Publique ha anche deciso di analizzare gli atti di decesso registrati in 3.000 comuni, che rappresentano il 77% della mortalita' nazionale. Inoltre il nuovo coronavirus ha accentuato il divario dei tassi di mortalita' tra regioni, solitamente molto vicini. Dall'inizio della crisi sanitaria il numero di vittime di piu' di 65 anni e' aumentato del 75% nell'Alto Reno, del 65% nelle Alpi di Alta Provenza, del 40% nell'Oise e del 35% nei Vosgi. Il 93% delle vittime aveva piu' di 65 anni e il 57% soffriva di precedenti malattie croniche. Tra i pazienti ricoverati in rianimazione, il 62% ha piu' di 65 anni e il 68% e' affetto da diverse patologie pregresse.

Spagna oltre 56mila casi
I casi di coronavirus in Spagna continuano a crescere e oggi sono quasi diecimila in più di ieri: da 47.610 di ieri a 56.188. Aumentano anche le vittime, da 3.434 a 4.089. Lo riferisce l'ultimo bilancio del ministero della Salute riportato da El Pais. Il ministro della Sanità Salvador Illa ha dichiarato oggi che la Spagna potrebbe avvicinarsi al "picco della curva" per le infezioni da COVID-19, il che significherebbe che sta per iniziare una fase di stabilizzazione della pandemia. Lo scrive l'Efe.

Germania: più 6000 casi in un giorno, superati 43.000 
Continuano ad aumentare velocemente i contagiati in Germania: in serata sono saliti a 43.646 i casi postivi segnalati dall'Hopkins University, secondo la quale il bilancio delle vittime è di 239. Stamattina i positivi registrati erano 37.323 e le vittime 206: dato che segnala che sono oltre 6000 i nuovi casi registrati. Il ministro della Salute Jens Spahn ha affermato oggi che i tedeschi sono davanti "alla quiete prima della tempesta".

Maas: 47 pazienti italiani ricoverati in Germania
Sono intanto 47 in tutto i pazienti italiani che sono stati o saranno presi in carico negli ospedali di diversi Land tedeschi. Alcuni pazienti sono già arrivati nei giorni scorsi, altri arriveranno nei prossimi. "Siamo accanto ai nostri amici italiani" è scritto in un post dicastero degli Esteri tedesco, che ringrazia l'ambasciata tedesca a Roma e i Land della Sassonia, Bassa Sassonia, Assia, Nordreno-Westfalia, Brandeburgo e la città di Berlino. Anche la Baviera ha annunciato di accogliere un certo numero di pazienti delle terapie intensive italiane. Su Twitter il ministro degli Esteri tedesco, Heiko Maas ha commentato: "Perché noi siamo al fianco dei nostri amici italiani. Possiamo farcela solo se siamo uniti".

Un totale di 44096 casi confermati di coronavirus (+4102 rispetto al giorno precedente) sono stati registrati nei Paesi dell'Europa centrale e orientale, in Austria e Grecia, secondo i dati ufficiali delle autorità nazionali raccolti dall'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) e aggiornati al 25 marzo. I decessi registrati nell'area sono stati finora 260 (+49).

Condividi