Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/pansa-funerali-casale-monferrato-gonfalone-piemonte-chiesa-99172d60-f373-4633-b1b0-eeb20b6d3348.html | rainews/live/ | true
ITALIA

La salma è stata tumulata nel cimitero di San Casciano

Funerali Pansa: lutto cittadino a Casale Monferrato e gonfalone Piemonte in chiesa

Una folla di colleghi, ex allievi e semplici cittadini per l'ultimo saluto a Giampaolo Pansa. Giornata di lutto cittadino a Casale Monferrato

Condividi
"Spesso si confidava con me raccontandomi di quando da giovane faceva il chierichetto e serviva la messa". Lo ha detto don Antonio Nutarelli, parroco di San Casciano dei Bagni (Siena), durante l'omelia ai funerali del giornalista Giampaolo Pansa, morto domenica a Roma all'età di 84 anni. "In questo momento penso a tutti coloro che hanno goduto della sua presenza benedetta da Dio con il dono eccellente della scrittura e del pensiero". Poco dopo le 16 il feretro di Pansa, accompagnato dai familiari e da una folla di cittadini, ha lasciato la chiesa per dirigersi al cimitero comunale.

Lutto cittadino a casale Monferrato
"Oggi è giornata di lutto cittadino per Casale Monferrato, con le bandiere a mezz'asta e la chiusura delle attività commerciali. Ho voluto essere presente come sindaco per ricordare una dei più grandi interpreti della Casalesità, un ambasciatore del Monferrato in tutta Italia e in tutto il mondo". Lo ha detto il sindaco di Casale Monferrato (Alessandria), Federico Riboldi, oggi ai funerali di Giampaolo Pansa. "E' stato un uomo onesto, schietto, che ha interpretato al meglio il suo mestiere di giornalista anche facendosi qualche volta dei nemici".

Chiesa gremita di colleghi giornalisti e di cittadini
Grande commozione nella collegiata di San Leonardo e Cassiano. Presenti molti cittadini, i sindaci di San Casciano dei Bagni, Agnese Carletti, e di Casale Monferrato, Federico Riboldi, e alcuni colleghi di Pansa tra cui Maurizio Belpietro, Luca Telese, Marco Damilano e Emilio Giannelli. A lui, sul sagrato della chiesa prima dell'ingresso del feretro, il ringraziamento della moglie di Pansa, Adele Grisendi, per la vignetta odierna.

Un giornalista scomodo
In tanti hanno voluto essere presenti per l'ultimo saluto a Pansa. Una scomparsa che ha colpito molto gli abitanti del piccolo borgo senese dove Pansa viveva con la moglie Agnese Grisendi tanto che la sindaca Agnese Carletti ha proclamato il lutto cittadino. Lei con il sindaco di Casale Monferrato, Federico Riboldi, il paese dove il giornalista era nato, hanno indossato la fascia tricolore mentre ai lati dell'altare c'erano i gonfaloni dei due Comuni. Presenti alla cerimonia funebre amici senesi e semplici cittadini. Al termine della cerimonia la salma è stata tumulata nel cimitero di San Casciano.

Gonfalone della regione Piemonte presente alle esequie
"Un segno di rispetto e gratitudine nei confronti di un piemontese che è stato una delle firme più importanti del giornalismo italiano", ha sottolineato il presidente del Piemonte, Alberto Cirio. "Con la forza e il coraggio della sua penna, capace di far convivere rigore e creatività, Giampaolo Pansa ci ha aiutato ad approfondire e riflettere su pagine complesse della nostra storia. L'Italia e il Piemonte perdono uno dei suoi osservatori e narratori più acuti e appassionati".
Condividi