Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/papa-atterrato-a-loreto-migliaia-i-fedeli-ad-attenderlo-sin-dal-mattino-presto-373696b8-6f25-4aeb-a639-00724300c55a.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Pontefice: "Basta aridità. Più accoglienza e rispetto"

Il Papa a Loreto: "Essenziale la famiglia fondata su matrimonio uomo-donna"

Il Santo Padre ha firmato l'Esortazione apostolica ai giovani. Si tratta di un evento storico. E' la prima volta che avviene fuori dal Vaticano. Sarà pubblicata e presentata il 2 aprile. "La data ha una grande importanza - ha sottolineato il direttore della sala stampa vaticana, Alessandro Gisotti - perchè è l'anniversario della morte di Giovanni Paolo II"  

Condividi
"Nella delicata situazione del mondo odierno, la famiglia fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna assume un'importanza e una missione essenziali: è necessario riscoprire il disegno tracciato da Dio per la famiglia, per ribadirne la grandezza e l'insostituibilità a servizio della vita e della società". E' quanto sottolinea Papa Francesco, nel discorso pronunciato sul sagrato del santuario mariano della Santa Casa di Loreto, dopo aver firmato l'esortazione apostolica 'Christus Vivit' post Sinodo episcopale sui giovani, nel giorno in cui il calendario liturgico celebra la festa dell'Annunciazione. "Famiglia e giovani non possono essere due settori paralleli della pastorale delle nostre comunità - avverte il Pontefice - ma devono camminare strettamente uniti, perché molto spesso i giovani sono ciò che una famiglia ha dato loro nel periodo della crescita".

La storica firma dell'Esortazione apostolica ai giovani
Papa Francesco ha firmato l'Esortazione apostolica ai giovani, dopo aver celebrato la messa all'interno della Santa Casa, nel Santuario di Loreto. Il Pontefice ha poi lasciato una rosa d'oro come omaggio alla Vergine. La firma della Esortazione è un evento storico. E' la prima volta che avviene fuori dal Vaticano. Con questo gesto Francesco vuole affidare alla Vergine lauretana l'esito del Sinodo dei vescovi dal tema "I giovani, la fede e il discernimento vocazionale" (3-28 ottobre 2018). Un evento che richiama alla memoria a il pellegrinaggio di Giovanni XXIII a Loreto, effettuato il 4 ottobre 1962, quando proprio nel santuario della Santa Casa egli affidò alla protezione della Vergine lauretana il buon esito del Concilio Vaticano II. Anche la celebrazione dell'Eucarestia nella Santa Casa e' considerato un evento storico. Non accadeva da 162 anni. L'ultimo era stato Pio IX nel  1857. L'Esortazione apostolica ai sarà pubblicata e presentata il 2 aprile. "La data ha una grande importanza - ha sottolineato il direttore della sala stampa vaticana, Alessandro Gisotti - perchè è l'anniversario della morte di Giovanni Paolo II e si intende quindi legare due Pontefici così amati da varie generazioni".



Il Santo Padre rivolto proprio ai ragazzi ha sottolineato: "La Vergine Santa aiuti tutti, specialmente i giovani, a percorrere il cammino della pace e della fraternità fondate sull'accoglienza e sul perdono, sul rispetto dell'altro e sull'amore che è dono di sé".

L'arrivo a Loreto e la lunga preghiera alla Santa Casa
Il Pontefice è atterrato a Loreto intorno alle 9. L'elicottero con a bordo il Pontefice, proveniente da Roma, è atterrato presso il Centro giovanile "Giovanni Paolo II" in località Montorso. Nella città mariana, dove arriva per la prima volta, dunque ha celebrato la messa nella Santa Casa e incontrato i malati nella basilica e i fedeli sul sagrato. Dopo il pranzo con i vescovi, il Santo Padre rientrerà nella Capitale.

Il Santo Padre prima della messa si è raccolto lungamente in preghiera all'interno della Santa Casa. Il Pontefice è rimasto seduto, in silenzioso raccoglimento, davanti alla statua della "Madonna nera", oggetto di grande venerazione da parte dei credenti. Quello di Loreto è uno dei maggiori santuari mariani, meta di milioni di pellegrini. 

Diverse centinaia di fedeli sono riuniti nella piazza del Santuario della Santa Casa di Loreto dove hanno accolto il Pontefice. Molti di loro hanno dei fazzoletti gialli del Santuario della Santa Casa, mentre la statua della "Madonna nera" di Loreto è esposta sul sagrato della Basilica. 

Oltre un centinaio gli uomini delle forze dell'ordine. Migliaia i volontari dispiegati lungo tutto il percorso che il Pontefice farè da Montorso. Francesco è il quattordicesimo Papa in visita presso la Santa Casa di Loreto.


Grande commozione quando il Santo Padre incontra i malati
Grande commozione nel Santuario di Loreto, dove Papa Francesco, dopo aver celebrato la messa nella Santa Casa, ha salutato uno a uno tutti gli ammalati presenti. In particolare un bambino ha abbracciato Francesco d'impulso e il Papa ha commentato "E' furbo questo qui...". Una ragazza poi ha fatto salti di gioia quando Francesco è arrivato davanti a lei. Tanti i compleanni dei presenti, ai quali il Papa ha regalato ciascuno un rosario.


 
Condividi