Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/papa-estonia-dopo-lotte-liberta-fatto-passi-gigante-50caf98e-cf97-4cb9-9e3c-637a2571a523.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Visita pastorale nei Paesi Baltici

Il papa in Estonia: "Dopo le lotte per la libertà fatti passi da gigante"

"Negli ultimi poco più di 25 anni - in cui siete rientrati a pieno titolo nella famiglia delle nazioni - la società estone ha compiuto 'passi da gigante' e il vostro Paese, pur essendo piccolo, si trova tra i primi per l'indice di sviluppo umano, per la sua capacità di innovazione, oltre a dimostrare un alto livello riguardo a libertà di stampa, democrazia e libertà politica"
 

Condividi
Nella "capitale più settentrionale che il Signore mi ha dato di visitare", Tallinn, papa Francesco ricorda le vicissitudini storiche dell'Estonia e loda "quella capacità di resilienza che vi ha permesso di ricominciare di fronte a tante situazioni di avversità".

"Il vostro popolo ha dovuto sopportare in diversi periodi storici duri momenti di sofferenza e tribolazione", ha detto nel discorso alle autorità al Palazzo presidenziale. "Lotte per la libertà e l'indipendenza che sono sempre state messe in discussione o minacciate", ha proseguito. Tuttavia, "negli ultimi poco più di 25 anni - in cui siete rientrati a pieno titolo nella famiglia delle nazioni - la società estone ha compiuto 'passi da gigante' e il vostro Paese, pur essendo piccolo, si trova tra i primi per l'indice di sviluppo umano, per la sua capacità di innovazione, oltre a dimostrare un alto livello riguardo a libertà di stampa, democrazia e libertà politica. Inoltre avete rafforzato i legami di cooperazione e amicizia con diversi Paesi". "Troviamo motivi per guardare al futuro con speranza di fronte alle nuove sfide che vi si presentano", ha aggiunto. 

Benessere non sempre sinonimo di vivere bene
"Il benessere non  sempre è sinonimo di vivere bene", ha detto papa Francesco parlando alle autorit dell'Estonia a Tallinn. "Uno dei fenomeni che possiamo osservare nelle nostre società tecnocratiche è la perdita del senso della vita, della gioia di vivere e, quindi, uno spegnersi lento e silenzioso della capacità di meraviglia, che spesso immerge la gente in una fatica esistenziale", ha sottolineato.  "La consapevolezza di appartenere e di lottare per gli altri, di essere radicati in un popolo, in una cultura, in una famiglia può andare perduta a poco a poco privando, soprattutto i più giovani, di radici a partire dalle quali costruire il proprio presente e il proprio futuro, perché li si priva della capacità di sognare, di rischiare, di creare", ha aggiunto. Per il papa, "mettere tutta la fiducia nel progresso tecnologico come unica via possibile di sviluppo può causare la perdita della capacità di creare legami interpersonali,  intergenerazionali e interculturali, vale a dire di quel tessuto vitale così importante per sentirci parte l'uno dell'altro e partecipi di un progetto comune nel senso più ampio del termine". 

Il saluto ai fedeli estoni: piccolo gregge con grande cuore 
"Prima della benedizione finale, e di concludere questo Viaggio Apostolico in Lituania, Lettonia ed Estonia, desidero esprimere la mia gratitudine a tutti voi, a partire dall'Amministratore Apostolico dell'Estonia. Grazie per la vostra accoglienza, espressione di un piccolo gregge con il cuore grande!". Così il papa si è accomiatato dai fedeli estoni a conclusione della messa in piazza della Libertà a Tallin, ultimo appuntamento pubblico di un viaggio di quattro giorni in Lituania, Lettonia ed Estonia. "Rinnovo la mia riconoscenza alla Signora Presidente della Repubblica e alle altre Autorità del Paese. Uno speciale pensiero va a tutti i fratelli cristiani, in modo particolare ai Luterani, che, sia qui in Estonia sia in Lettonia, hanno ospitato gli incontri ecumenici. Il Signore continui a guidarci nella via della comunione". 

Francesco ripartito per Roma 
Al termine del suo viaggio di quattro giorni nei Paesi baltici, papa Francesco è poi ripartito per Roma. L'aereo del Pontefice è decollato dall'aeroporto internazionale della capitale estone Tallinn con direzione Roma-Ciampino, dove atterrerà dopo circa 3 ore e 35 minuti di volo.
Condividi