Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/papa-francesco-intervista-a-corriere-della-sera-un-anno-da-papa-non-sono-superman-tenerezza-e-misericordia-base-mio-messaggio-97267f65-7f3b-4714-8615-c8a56e705134.html | rainews/live/ | true
MONDO

L'intervista al Corriere della Sera ad un anno dall'ascesa al soglio di Pietro

Il Papa: "Non sono superman, tenerezza e misericordia alla base del Vangelo"

Papa Francesco al direttore Ferruccio De Bortoli: "Non ci sono valori non negoziabili, ma valori e basta". Sul ruolo del suo predecessore: "Benedetto XVI non è una statua, ma partecipa alla vita della Chiesa". Sulle unioni civili, "valutare i casi". "Grande attenzione ai divorziati". Quanto al ruolo delle donne nel Cattolicesimo: "La Chiesa ha l'articolo femminile, la Vergine Maria è più importante degli apostoli"

Condividi
"Il Papa è un uomo che ride, piange, dorme tranquillo e ha amici come tutti. Una persona normale". Francesco racconta il suo primo anno di pontificato - si presentò al mondo con un celebre "Buonasera", dopo l'elezione al Conclave, il 13 marzo 2013  - in un'intervista al direttore del Corriere della Sera, Ferruccio De Bortoli. Chiarisce subito la "propria normalità", dicendo: "non mi piacciono le interpretazioni ideologiche, una certa mitologia di Papa Francesco".
Quanto al proprio messaggio, "la tenerezza e la misericordia sono l'essenza del Vangelo. Altrimenti non si capisce Gesù Cristo, la tenerezza del Padre che lo manda ad ascoltarci, a guarirci, a salvarci".
Sul ruolo di Benedetto XVI, "il Papa Emerito non è una statua, abbiamo deciso insieme che partecipi alla vita della Chiesa". Rivendica l'azione di "trasparenza e responsabilità" operata dal suo predecessore per fare chiarezza sul tema degli abusi sui minori. Francesco affronta il tema della povertà, citando la sua enciclica "Evangeli Gaudium" e affermando: "A chi tiene i granai pieni del proprio egoismo il Signore, alla fine, presenta il conto".
Il Pontefice discute di temi bioetici, a proposito dei quali asserisce "Non esistono valori non negoziabili, i valori sono valori e basta". Quanto alle unioni civili, "bisogna valutare caso per caso". Così come il ruolo delle donne nella Chiesa, sul quale è in atto un'azione di "studio e confronto": "La Chiesa ha l'articolo femminile, 'la', è femminile dalle origini. La Vergine Maria è più importante di vescovi e apostoli". Un accenno anche al fine vita, "in questi casi io consiglio cure palliative, ma non sono uno specialista. La dottrina tradizionale della Chiesa dice che nessuno è obbligato a usare mezzi straordinari quando si sa che è in fase terminale". Il Papa chiarisce che la Chiesa ha "rapporti con la Cina" e annuncia i suoi prossimi viaggi in Terra Santa, in Africa, in Asia.
Infine, una curiosità. Il direttore del Corriere della Sera rivolge questa domanda al Pontefice: "Si è mai innamorato?" e Francesco risponde: "In seminario una ragazza mi fece girare la testa per una settimana". De Bortoli replica: "E come finì se non sono indiscreto?" E il Papa chiosa con un sorriso: "Erano cose da giovani. Ne parlai con il mio confessore".
Condividi