Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/parlamentari-ue-assenteisti-attivi-gino-trematerra-francesca-barracciu-2014-3f840838-0917-4c20-b32c-418939238ad0.html | rainews/live/ | true
MONDO

Gli europarlamentari italiani? I più assenteisti, ma anche i più stakanovisti

Il report pubblicato dal sito Mepranking.eu svela l'attività degli eurodeputati. L'Italia è al 23° posto su 28. Tra i più assenti Francesca Barracciu e Gino Trematerra

Condividi
Gli eurodeputati italiani sono tra i più assenteisti d'Europa, ma ai primi posti per attività parlamentari: è quanto riporta Mepranking.eu, organizzazione indipendente che ogni anno aggrega i dati diffusi dal Parlamento europeo per dare un'idea ai cittadini di come si muovono i loro rappresentanti.

L'Italia al 23° posto su 28
L'Italia è al 23° posto su 28 quanto a presenza dei suoi eletti all'Eurocamera: più assenteisti solo Ungheria, Gran Bretagna, Cipro, Malta e Lituania. I più presenti invece gli austriaci, gli slovacchi e gli estoni.

I primi e gli ultimi della classe
Tra gli italiani, quelli che meno si sono visti nelle aule di Strasburgo e Bruxelles sono il popolare Gino Trematerra, che ha partecipato solo al 38% delle sessioni, e Francesca Barracciu, la renziana che si è dovuta ritirare dalla corsa a presidente della Regione Sardegna perché indagata per lo scandalo dei fondi ai gruppi del Consiglio regionale. La Barracciu si è vista al Parlamento Ue solo al 41% delle sessioni.

I più presenti invece sono il liberale Andrea Zanoni, primo della classe anche tra tutti i suoi colleghi europei del suo gruppo (Alde), e il popolare Francesco Silvestris, entrambi con un livello di partecipazione del 98%. Fabrizio Bertot, popolare, è terzo con il 97% di presenze. Tra le più attive sulle mozioni Roberta Angelilli (Ppe) e Sonia Alfano (Alde), sui rapporti spicca incontrastata Barbara Matera (Ppe) con 54 (tutti gli altri ne hanno preparati meno di 15).
Condividi