Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/parlamento-europeo-appoggia-proposta-commissione-per-abolire-ora-legale-a-partire-dal-2021-43686e90-6f7a-4b78-8ac5-28064ba11710.html | rainews/live/ | true
CULTURA

Il Parlamento europeo appoggia la proposta della Commissione

L'ora legale può andare in pensione dal 2021

Strasburgo sostiene la fine del passaggio dall'ora solare a quella legale: il 2021 potrebbe essere l'ultimo anno con un cambio stagionale dell'ora nell'Ue. E gli Stati membri dell'Unione manterranno il diritto di decidere il proprio fuso orario 

Condividi
 Il Parlamento europeo appoggia la proposta della Commissione di abolire il cambio tra ora legale e ora solare, ma chiede di spostare la data di entrata in vigore del nuovo regime dal 2019 al 2021. Secondo la posizione comune adottata dai deputati, i gli Stati membri che decidono di mantenere l'ora legale dovrebbero cambiare le lancette dell'orologio per l'ultima volta l'ultima domenica di marzo 2021, mentre quelli che preferiscono mantenere l'ora solare dovrebbero farlo l'ultima domenica di ottobre 2021. 

Per proteggere il mercato interno da perturbazioni, i deputati hanno chiesto che gli Stati membri e la Commissione coordinino le loro decisioni su quale ora adottare.Nella risoluzione si afferma che la Commissione puo' presentare una proposta legislativa per rinviare la data di applicazione della direttiva fino a un massimo di 12 mesi, se ritiene che le disposizioni previste possano pregiudicare in modo significativo e permanente il corretto funzionamento del mercato interno.

La risoluzione legislativa e' stata adottata con 410 voti favorevoli, 192 contrari e 51 astensioni. Ora spetta ai governi adottare la loro posizione comune per avviare i negoziati con l'Europarlamento, ma finora gli Stati membri non sono riusciti a trovare un accordo al Consiglio. 



Non c'era tempo 
La Commissione europea riteneva "impossibile rispettare la scadenza" del 2019 per porre fine al cambio di lancette tra ora legale e ora solare, dopo che i governi non sono riusciti a trovare un accordo sulla loro posizione nei negoziati con l'Europarlamentom ha detto la Commissaria ai Trasporti, Violeta Bulc, in un dibattito all'Europarlamento. E' stata quindi accolta positivamente la proposta dei deputati di fissare una nuova scadenza per il 2021.
Condividi