Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/parte-dalla-sardegna-province-oristano-e-sassari-transizione-verso-digitale-terrestre-seconda-generazione-23594c34-197c-4a08-b46f-cb690141824c.html | rainews/live/ | true
TECH

Si parte da Oristano e Sassari

Digitale terrestre, al via alla transizione verso la tv 4.0

Al via in Sardegna il processo di transizione della televisione verso il digitale terrestre di seconda generazione: si proseguirà a scaglioni fino a giugno 2022. La migrazione delle frequenze costringerà in qualche caso a risintonizzare i canali

Tv digitale (archivio)
Condividi
Prima tappa del processo di transizione della televisione digitale in Italia, che, un po' alla volta, la porterà verso la seconda generazione del digitale terrestre, la TV 4.0. Una svolta cruciale per l'intero sistema radiotelevisivo, che avverrà gradualmente e si concluderà a fine giugno 2022.

Si parte da Oristano e Sassari
La prima fase, limitata ad alcune "aree ristrette" del territorio, da oggi al 31 dicembre 2021 vedrà la migrazione provvisoria su nuove frequenze di alcuni canali nazionali e locali per evitare interferenze con i paesi confinanti. Si parte quindi oggi e fino al 30 gennaio con le province di Oristano e Sassari. Seguiranno dal 3 febbraio all'8 maggio tutte le province della Liguria. Poi sarà la volta di Massa Carrara, Lucca, Pisa, Livorno, Grosseto e quindi Viterbo, Roma, Latina. E si prosegue poi a scaglioni fino al giugno 2022. 

Cambiano canali 50 a 53
Alcuni programmi nazionali e locali del digitale terrestre, attualmente diffusi sui canali dal 50 al 53, saranno associati a diverse frequenze di trasmissione.  Gli utenti che dovessero vedere apparire lo schermo nero su alcune frequenze dovranno semplicemente procedere alla risintonizzazione del proprio televisore, per continuare ad accedere a tutta l'offerta televisiva del digitale terrestre. 
Condividi