Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/passaggio-di-mano-per-versace-rumors-parlando-di-vendita-a-gruppo-americano-per-2-miliardi-di-dollari-5905443c-444c-4940-ab3c-183e9815df26.html | rainews/live/ | (none)
ECONOMIA

Dipendenti convocati per domani

Passaggio di mano per Versace? Rumors parlano di vendita a gruppo americano per 2 mld di dollari

Lo riferiscono fonti al Corriere della Sera sull'onda di indiscrezioni che stanno rimbalzando tra Londra e Zurigo". In questi mesi molti hanno studiato il dossier della nota azienda di moda italiana, in primo luogo i grandi colossi del lusso francese, ad esempio la Kering di François Henri Pinault, ma i contatti non avevano portato a nulla di concreto. In pole - tra gli acquirenti -  Michael Kors, il designer americano che un anno fa aveva comprato per quasi 900 milioni di sterline (circa 1 miliardo di euro ai cambi dell'epoca) il produttore di scarpe Jimmy Choo. 

Condividi
Nel giro di poche ore (c'è chi parla di una comunicazione ufficiale già domani, giorno in cui Donatella Versace ha convocato i dipendenti) potrebbe essere annunciata la vendita di Versace. Lo riferiscono fonti al Corriere della Sera sull'onda di rumors "che stanno rimbalzando tra Londra e Zurigo, e che il Corriere aveva anticipato".

L'acquirente arriverebbe dagli States. "C'è chi dice che a fare il colpo sarà Michael Kors, il designer americano che un anno fa aveva comprato per quasi 900 milioni di sterline (circa 1 miliardo di euro ai cambi dell'epoca) il produttore di scarpe Jimmy Choo; e chi, invece, fa il nome di Tiffany, il gruppo della gioielleria in fase di rilancio che ha al suo vertice due esperti di Italia come il ceo Alessandro Bogliolo e l'azionista Francesco Trapani (ex Bulgari e Lvmh), anche se Tiffany sembra al momento concentrata sulle proprie potenzialità ancora inespresse".

In questi mesi molti hanno studiato il dossier Versace, in primo luogo i grandi colossi del lusso francese, ad esempio la Kering di François Henri Pinault, ma i contatti non avevano portato a nulla di concreto. La società della Medusa, prosegue il Corsera, sarebbe stata valorizzata 2 miliardi di dollari (oltre 1,7 miliardi di euro ai cambi attuali). Interpellata sui rumors di mercato, scrive il quotidiano, la società ha risposto con un "no comment".
Condividi